Emo Bonifazi

Nato a Pienza, in provincia di Siena, il 25 dicembre 1925, Emo Bonifazi si è iscritto al Pci nel 1942 e ha partecipato alla Resistenza armata, prima nella formazione Mencattelli e poi nella Brigata Garibaldi “Spartaco Lavagnini”. Arrestato e messo in carcere nel 1948 per la partecipazione alle manifestazioni contro l’attentato a Palmiro Togliatti, fu assolto senza alcuna imputazione e senza processo. Dal 1953 al 1961, Bonifazi è stato dirigente e poi segretario provinciale della Federazione del Pci di Grosseto. Componente della sezione agraria alla Direzione nazionale del Pci, membro della segreteria nazionale dell’Alleanza contadini, Emo Bonifazi è stato il fondatore dell’Associazione regionale contadini della Toscana, di cui è stato presidente dal 1965 al 1978. Per tre legislature, dal 1968 al 1979, è stato deputato in Parlamento, dove ha fatto parte della Commissione agricoltura della Camera, di cui è stato anche vice presidente, e della Commissione interparlamentare per la elaborazione dei decreti di trasferimento delle competenze dallo Stato alle Regioni. Nel 1980 è entrato a far parte della Giunta regionale della Toscana come assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca; incarico che ha ricoperto fino al 1987. “Toscana racconta” è il suo terzo libro. Nel 1979 ha pubblicato, per Nuovo Corriere Senese, “Lotte contadine in Val d’Orcia”, saggio sulle lotte sindacali e civili dei contadini della Val d’Orcia dal dopoguerra al 1978. Nel 2004 è uscito ”C’è sempre un tempo per la politica”, riflessioni e ricordi di vita e militanza, edito da Le Balze.

Torna Indietro

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X