Enrico Zoi

Famiglia, cinema, teatro, musica e calcio. Questi i mondi di Enrico Zoi, addetto stampa del Comune di Bagno a Ripoli (Firenze), giornalista e scrittore di poesie e racconti. Fiorentino del 1959, laureato in Letteratura Italiana sull'Italia liberata dai Goti di Giangiorgio Trissino, Zoi ha al suo attivo 7000 comunicati stampa e 3000 articoli, molti dei quali recensioni cinematografiche, teatrali o di dischi e libri. 900 di questi pezzi giornalistici sono interviste realizzate per importanti testate (Cinemasessanta, Anci Rivista, Toscana Tascabile) e naturalmente per Metropoli Chianti, una collaborazione che dura dal 2006 con i 200 ritratti della rubrica Sotto il campanile, da lui creata e dedicata ai personaggi del territorio di Bagno a Ripoli. Zoi ha visto 4000 film, giudica Stanley Kubrick un genio al pari di Omero o Leonardo, piange quando ascolta Signore io sono Irish dei New Trolls o canta Luci a San Siro di Roberto Vecchioni, si riconosce in Imagine di John Lennon e nel Disertore di Boris Vian. È stato a casa di Mario Luzi, Mario Monicelli e Dacia Maraini, e ne va fiero. Ha stretto la mano a Monica Bellucci, Patti Smith e Roberto Vecchioni, ha cenato con Franco Battiato, ha praticamente placcato Bernardo Bertolucci e ancora non ci crede. Alberto Sordi gli ha dato, dopo un'intervista, un'affettuosa pacca sulla spalla, quasi un abbraccio, e non se lo può scordare.

Torna Indietro

Libri in Catalogo

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X