Berlinguer inedito. I giornalisti Cressati e Siliani svelano l’eredità del leader del PCI

Firenze il 10/01/2017 - Redazione
Un saggio sulla vita politica dello storico leader del PCI con l’obiettivo di aprire un dibattito sull’attualità del pensiero berlingueriano. È “Berlinguer. Vita trascorsa, vita vivente” (Maschietto Editore), il libro scritto dai giornalisti Susanna Cressati e Simone Siliani che verrà presentato mercoledì 18 gennaio alle ore 18.30 a Firenze, nei locali della Casa del Popolo 25 Aprile in via Bronzino 117. Modera Abner Rossi. Intervengono Graziano Cioni, Pietro Folena ed Enrico Rossi. Segue apericena a buffet (ingresso 10 euro).

Il saggio - Al tempo dei social network e del giogo massmediatico, del dissolvimento delle ideologie politiche e della distanza siderale tra classe dirigente e popolo, il ricordo di Enrico Berlinguer torna ad imporsi come timone nel costante veleggiare verso la democrazia. Figura complessa, tanto amata quanto criticata all’interno della sinistra italiana, lo storico segretario del PCI è ancora una volta al centro di una riflessione che coinvolge in modo trasversale uomini e donne del nostro tempo per giungere a nuovi approdi a livello nazionale ed europeo. Attraverso contributi e interviste a personalità della vita politica e culturale italiana – da Gianni Cuperlo a Pietro Folena, da Maurizio Landini, Ferdinando Adornato, Enrico Rossi, Nadia Urbinati a Vannino Chiti, Wlodek Goldkorn, Francesca Chiavacci e molti altri - si torna a ragionare sull’attualità di temi come la questione morale, l’austerità, i modelli di consumo, giustizia, equità globale, la centralità del lavoro e altre intuizioni politiche, “pensieri lunghi” dello statista italiano che, mutatis mutandis, potrebbero trovare terreno fertile ancora oggi. Tribune politiche, scene di piazza, il caso Moro, i rapporti con il partito socialista… uno dopo l’altro riemergono spaccati di vita politica, punti di forza, criticità e persino inediti disegni europeisti che rivelano la modernità delle istanze del leader comunista. I due autori danno il via ad un’indagine che supera da subito i prefissati limiti geografici, valica i confini della Toscana e raggiunge voci, fedi, culture che più di un territorio hanno in comune un approccio e un medesimo desiderio di rinnovamento. La postfazione “Come Garibaldi” è di Maurizio Maggiani. Disegno di copertina di Sergio Staino.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X