Editori insieme nel nome di Siena. A Torino con un solo catalogo

il 11/05/2009 - Redazione

Nell’Italia degli ottomila comuni e delle cento province, l’attività editoriale locale ha un ruolo straordinario in merito alla promozione delle infinite, complesse, realtà territoriali. Pur vivendo in tempi in cui tutto è globale, infatti, non possiamo permetterci di perdere proprio quelle radici e tradizioni che sono la base della nostra stessa identità di Paese.

Il recupero di tante, infinite, storie di donne e uomini, la valorizzazione di territori unici, di un’arte e un artigianato ineguagliabili nel mondo e di culture rurali a rischio scomparsa, sono alcuni dei principali filoni di cui, oggi, si occupa l’editoria locale, con grande competenza e professionalità. Un compito fondamentale che, per evidenti ragioni, non può essere svolto da grandi gruppi editoriali.

I numeri, per il momento, dicono che la piccola editoria in Italia rappresenta il 35% del fatturato complessivo dell’industria libraria. Solo nel 2008 è cresciuta del 7,5%, realizzando un fatturato di oltre 368 milioni di euro e dando lavoro a circa 6000 addetti. Un buon incoraggiamento a proseguire su questa strada, dunque, sebbene le difficoltà siano molte e, spesso, possano apparire insormontabili. In primo luogo, in materia di promozione e distribuzione delle produzioni editoriali che richiedono grandi risorse da investire.

A Siena, per affrontare positivamente alcuni di questi aspetti, è nata l’idea di promuovere il ricco catalogo degli editori senesi. Un progetto che ha visto la collaborazione tra Provincia di Siena, Confederazione Nazionale Artigiani di Siena e Fondazione MPS.

In un territorio straordinario, che rappresenta a suo modo un unicum (con i suoi quattro siti dichiarati patrimonio mondiale dell’Umanità Unesco: Siena, San Gimignano, Pienza e Val d’Orcia), sono attive, infatti, una trentina tra case editrici, piccoli editori, stampatori. Ognuno di loro con proprie specificità e caratteristiche editoriali. Ognuno con un proprio catalogo che merita di essere conosciuto e valorizzato.

Per assicurare la giusta promozione e l’opportunità di ampliare una platea sempre più vasta di lettori, il progetto prevede la compartecipazione, in questo anno 2009, alle principali fiere del libro ed appuntamenti di settore. Dunque, non poteva mancare la presenza della “Siena editrice” alla Fiera Internazionale del Libro di Torino.

In questo contesto si inserisce il portale sienalibri.it, nato nel 2008 proprio per promuovere la pubblicistica senese e raccontare quotidianamente le tante attività culturali che si svolgono sul territorio. Interamente dedicato a libri, musica, video, news e cultura senese, in pochi mesi sienalibri.it ha condiviso e pubblica il più ampio catalogo on line dei prodotti editi in provincia di Siena. E in pochi mesi l’attenzione dei lettori-naviganti ha premiato questa scelta editoriale, con l’aumento costante di contatti e accessi. E con la vendita di libri in ogni parte d’Italia e anche del mondo. A dimostrazione che la cultura locale può essere esportata e riscuotere interesse anche sul piano globale.

Luigi Oliveto
direttore sienalibri.it

Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X