Il colle magro e la piana grassa. Si svela il saggio di analisi politica di Riccardo Cammelli

Prato il 06/07/2020 - Redazione
Un piccolo e prezioso saggio di analisi politica che ha il ritmo di un racconto, fluido e cadenzato. Si tratta de “Il colle magro e la piana grassa” (Edizioni Medicea) di Riccardo Cammelli, pratese, grande appassionato di politica e suo osservatore puntuale e sagace, sempre molto abile ad analizzare le dinamiche di storia politica dei nostri territori, presentandocele stavolta attraverso i risultati delle tornate elettorali degli ultimi cinquant’anni e i relativi rapporti con le forze sociali e produttive del territorio. Il volume verrà presentato sabato 11 luglio alle ore 11.30 al Caffè Bacchino in piazza delle Carceri 21 a Prato. Oltre all’autore interverranno l’onorevole Valdo Spini, presidente della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, e Gabriele Bosi, segretario provinciale PD. Coordina Giulia Giraudo.

Il volume - Si assiste all’“ingrassamento della piana” e allo “smagrimento dei colli” con la fine della mezzadria e l’avvento dell’industrializzazione della piana fiorentina, quasi tutta fatta di micro imprenditori “alla pratese”, passando poi per la crisi del manifatturiero e la spinta, a tratti sfrenata, verso il terziario. E una parabola politica parallela, tra PCI e DC, crisi della rappresentanza politica, che ormai a venti anni anni di distanza possiamo definire solo “un inizio”. Sono riflessioni e piccoli sorvoli storici sui territori a noi vicini, così li definisce l’autore, che seguono la cadenza dettata dalle urne ma anche dai flussi umani che li attraversano. Si tratta di stagioni importanti, per le due Province e per il Paese, dalla ricostruzione post-bellica fino alla fase di maturazione e di passaggio al post-industriale. In questo frangente di oltre cinquant’anni l’obiettivo viene puntato di volta in volta sulle trasformazioni della campagna e della città, sui passaggi generazionali, sull’orientamento di voto. Ai drammi iniziali dell’agricoltura segue il successo dell’artigianato e dell’industria, e con quello il consolidamento del consenso politico locale da parte dei partiti di maggioranza. Ma anch’esso segue la sua fase ciclica, e dopo la crescita e il raggiungimento del suo culmine, inizia la discesa: la subcultura rossa affronta il suo ultimo tratto di stagione, che mostra i colori dell’inverno.
 
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X