Siena a modo tuo, dieci percorsi tematici in una guida “smart”. Intervista ad Andrea Sguerri

Siena il 29/08/2019 - di Duccio Rossi
Una guida di Siena decisamente originale e inusuale. “Siena a modo tuo” di Lorenzo Bianciardi e Andrea Sguerri, illustrazioni di Sara Rambaldi (Morellini Editore, 2019) è una guida tematica che conduce il lettore alla scoperta di Siena per mezzo di curiosità e dettagli ma che, nel contempo, non dimentica di trattare i grandi capisaldi artistici e culturali della città. Lorenzo Bianciardi, giornalista e reporter televisivo, è dottore di ricerca in Semiotica. Andrea Sguerri, appassionato di cinema e teatro, è insegnante di lettere e istruttore di minibasket. Ad accomunarli – come spiegano nel libro – è l’amore per la scrittura e per la loro amatissima città. “Siena è una città dai mille volti. Sa essere romantica o intellettuale. Può incantare con meravigliose opere d’arte oppure sedurre con i suoi invitanti sapori. Dosando approfondimento e creatività, Lorenzo Bianciardi e Andrea Sguerri hanno deciso di tratteggiare dieci percorsi tematici, disegnati su misura per altrettanti profili di turista” (dalla quarta di copertina).
 
Andrea, che tipo di guida è Siena a modo tuo? Potremmo dire che si tratti di una guida particolare?
Certamente. È una guida decisamente particolare! Ritengo che di guide professionali, complete, utilizziamo pure l’aggettivo “scientifiche”, ce ne siano moltissime in circolazione o addirittura, forse, anche troppe. Il nostro intento, mio e di Lorenzo, era quello di scrivere invece una guida che potremmo definire “smart”, utilizzando un termine oggi molto di moda. Ovvero una guida che tenga in considerazione le esigenze pratiche del viaggiatore medio, il quale raramente trova il tempo di leggersi pagine e pagine di descrizioni artistiche e culturali in una guida che tratta “a tappeto” tutte le bellezze della città. Siena a modo tuo è una guida semplice e immediata che fa, appunto, di tale semplicità e immediatezza il proprio punto di forza.
 
Come nasce l’dea di questo libro?
L’idea di scrivere Siena a modo tuo è stata di Lorenzo. Poi, però, è insieme che siamo arrivati a trovare la chiave di scrittura e di realizzazione di tale idea. Il primo scoglio è stato proprio trovare la chiave di realizzazione, ovvero un escamotage narrativo che permettesse a questa pubblicazione di procedere con semplicità. Ed è per questo che siamo arrivati a concepirla come una narrazione in prima persona da parte di alcuni personaggi che stanno visitando la città di Siena e che per loro gusto e scelta decidono di visitare alcuni luoghi invece di altri. Questo espediente ci ha dato la possibilità sia di far procedere la nostra guida con maggiore leggerezza sia di far sì che la selezione degli argomenti trattati trovi una giustificazione narrativa nelle scelte dei personaggi. La genericità di tali tipologie di personaggio (dei veri e propri topoi: l’eterno bambino, l’anima romantica, l’intellettuale …) dovrebbe far sì che ogni lettore, senese e non, si possa immedesimare in loro e con loro andare appunto alla scoperta di Siena, seguendo l’itinerario del personaggio che più gli si addice.
 
Quale aspetto prevale in tale guida? L’aspetto enogastronomico, quello artistico, quello architettonico o quello delle curiosità?
In realtà il nostro intento – e nel nostro piccolo crediamo di esserci riusciti – era proprio quello di coprire tutto un ventaglio di tematiche e aspetti. Abbiamo spaziato tra arte, cibo e vino, chiese e monumenti e siamo arrivati alle botteghe di una volta, nelle quali cercare emozioni. Ovviamente non potevamo trascurare il “tema principe” di Siena: il Palio; ma al contempo ci preoccupavano sia la delicatezza dell’argomento sia la sua estrema complessità, per non parlare delle immense competenze necessarie per trattarlo come si deve. Questo timore reverenziale però non ci ha spaventati, anzi ci ha dato lo stimolo per trattarlo sotto gli aspetti genuini e semplici che, forse, solamente i senesi e i contradaioli conoscono, arrivando a immaginarci il dialogo tra due cavalli nel Cortile del Podestà, ai quali abbiamo affidato una descrizione, ci auguriamo non comune, della corsa più emozionante del mondo.
 
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X