Matteo Cosimo Cresti

Draghi, Streghe e Fantasmi della Toscana

€ 13,50

Casa Editrice: Il Pozzo di Micene Editore

Anno: 2012

N. Pagine: 148

Formato: 17x24

Draghi, Streghe e Fantasmi della Toscana documenta un ricchissimo patrimonio di leggende che raccontano di creature immaginarie, dragoni, spettri, fattucchiere, serpenti giganteschi, sortilegi, santi impavidi e cavalieri valorosi della grande tradizione popolare e contadina. Si va dal Basilisco all’arcidiavolo Belfagor, dal fantasma di Pia de’ Tolomei a quelli delle battaglie di Montaperti e di Campaldino, dalla Busdraga (condannata a srotolare una tela infuocata) al drago sconfitto da San Donato ad Arezzo, dal rospo gigante ammansito da San Francesco vicino alla Verna alla nobile lucchese Lucida Mansi che strinse un patto col demonio. E, ancora, dal misterioso Serpente Regolo al mostro che si nasconde nel Lago dell’Accesa, dalla Volpe d’Oro (che presidia il Castello di Strozzavolpe) al diavolo che costruì un ponte sul fiume Serchio, dalla Scabodda che ruba i dolciumi ai bimbi fino alla strega Trentacanna (che i bimbi se li mangerebbe direttamente). Fantasmi, anime senza pace, dimore infestate, vecchie streghe, maghe ammaliatrici, demoni tentatori, draghi velenosi e diavoli gabbati disegnano sul territorio della Toscana una geografia di affascinanti novelle. In questo libro troverete leggende e curiose dicerie, il sapore di una tradizione rurale e patriarcale, che per secoli è stata trasmessa attraverso l’antico rituale delle storie “a veglia”. Grazie all’incredibile e variegato bestiario illustrato in queste pagine, scoprirete che la Befana ha trenta sorelle, che un drago spinoso presidiava l’Isola di Montecristo, che il Diavolo scatenò un cavallo infernale nel centro di Firenze, che in Alta Toscana si svolgono processioni di fantasmi, che una maga ha nascosto minerali preziosi sull’Isola del Giglio, che lo spirito di Baldaccio d’Anghiari si aggira per le sale di Palazzo Vecchio, che un serpente alato si nasconde nell’Orrido di Botri, che il Barone di Ferro cavalca ogni notte fra le vigne del Chianti e che a Tirli si conservano ancora le ossa del Drago di Malavalle sconfitto da San Guglielmo. Lasciatevi rapire dalla magìa di questi racconti (e dei fantasiosi disegni che li illustrano) e concedetevi un appassionante viaggio alla scoperta delle più belle leggende toscane.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Il Pozzo di Micene Editore
Codice PozzoMicene

Il Pozzo di Micene Editore

Il Pozzo di Micene Editore, nasce da Mezzo secolo d’editoria, dalle collaborazioni intercorse fra i più autorevoli nomi della Cultura Italiana e Lucia Pugliese da sempre rivolta alla produzione di opere di qualità. Dedica spazio anche agli scritti di autori minori e inediti attraverso una commissione di lettura presieduta da noti letterati e studiosi, seleziona rapidamente i testi... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Matteo Cosimo Cresti

Laureato in Architettura presso l'Università di Firenze, è professore di Storia dell'Arte e Disegno, grafico ed illustratore e Dottore di Ricerca in Composizione Architettonica, attivo nell'ambito della progettazione dell'architettura, della museografia, dell'interior design. Ha insegnato nella Facoltà di Architettura dell'Università di Firenze e nell'Università Internazionale... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X