Alberto Meschiari

Gentilezza

€ 3,00

Casa Editrice: Edizioni Tassinari

Anno: 2017

N. Pagine: 48

Formato: 10x15

Oggi voglio parlarti della gentilezza. Ma non mi occuperò di cortesia, buone maniere, convenevoli o galateo. Comincerò invece col dirti che la gentilezza non è un sentimento, che ciascuno può coltivare anche solo dentro di sé, senza manifestarlo al di fuori. La gentilezza è una modalità della relazione, che ha bisogno di essere praticata. Ed è una modalità di confne, che può rivelarsi nella condivisione, nella solidarietà, nell’amicizia. È riconoscimento della comune vulnerabilità, del comune destino. È in questa estensione che m’interessa prenderla in considerazione qui. L’esercizio della gentilezza rappresenta nel mondo contemporaneo un atto etico, un modo di andare contro corrente, in un certo senso un comportamento antisociale – non a-sociale, bada bene – nel momento in cui questa società mostra di fondarsi su valori opposti: sul rumore, la fretta, la distrazione, l’arroganza, la prepotenza, il disinteresse, il cinismo, l’aggressività. La gentilezza è azione, una presa di distanza critica da quei disvalori, l’esercizio consapevole di una protesta, è rifuto della riduzione delle relazioni umane al modello delle relazioni con le cose. Credo che mai come oggi trasgredire signifchi abbracciare e praticare questi valori antisociali, giacché gli altri, quelli negativi che ho elencato, non costituiscono trasgressione, ma l’esatto contrario, un perfetto adeguamento ai modelli “in commercio”, vale a dire: conformismo. Anche a trasgredire occorre imparare. Quando pratichiamo consapevolmente la gentilezza, usciamo dalla condizione di indistinti uomini-massa, di gregari, e ci affermiamo come individui, ciascuno come questo individuo peculiare che, pur potendo non esserlo, ha compiuto una scelta, ha scelto di essere gentile in un mondo che fondamentalmente non lo è.
Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Edizioni Tassinari
Codice 9788899285340

Edizioni Tassinari

Nella metà degli anni ‘70, precisamente nel 1974, Riccardo Tassinari fonda con altri soci la “Lito 3”, società nata per offrire servizi sia a editori che a importanti stabilimenti litografici. Nel 1983 Riccardo Tassinari, decide di proseguire da solo il suo cammino ed ecco il passaggio in “Fotolito Tassinari”, poi in “Fotocomposizione Tassinari”... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Alberto Meschiari

Alberto Meschiari è stato per trentacinque anni ricercatore di Filosofa presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Si è occupato di Storia della flosofa, Filosofa del linguaggio, Filosofa morale, Storia della scienza e Narrativa, pubblicando oltre trenta volumi.   Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X