Gabriele Di Terlizzi

I giornalisti e la prima guerra mondiale

€ 13,00

Casa Editrice: Prospettiva editrice

Anno: 2015

N. Pagine: 81

La Grande Guerra ha lasciato un segno indelebile. Non solo nelle strade, nei paesaggi
distrutti e nei confini ridisegnati. Ma anche negli occhi di chi quella devastazione l’ha
vissuta sulla propria pelle. Ma non tutti erano soldati: c’era chi portava avanti la vita
di sempre, nelle città o in campagna. Vivevano gli orrori della guerra tramite le parole
dei grandi giornalisti che caratterizzarono i primi anni del ‘900. Parole viziate dalla
censura o dalla necessità di motivare le truppe. Le grandi testate giornalistiche sono
state decisive durante il conflitto che ha visto l’Italia protagonista a partire dal 1915.
La pressione di alcune di queste mobilitò il fronte interventista e la posizione di
un giornale era ritenuta strategica per le mosse future del Governo. Politica interna e
corrispondenza, passato e futuro, giornalismo e propaganda. Questi erano i principali
dilemmi dei grandi giornalisti di quel periodo, alla continua ricerca di un modo alternativo
di scrivere la Realtà.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Prospettiva editrice
Codice 978-88-7418-894-9

Prospettiva editrice

Prospettivaeditrice è una piccola casa editrice indipendente nata nel 1999. Ha in catalogo quasi trecento titoli divisi tra narrativa  e saggistica. Le pubblicazioni vengono rinnovate ogni anno con titoli  di saggistica dedicati alla storia, alla politica, alla sociologia e all’informazione. I saggi sono raccolti nelle collane: I territori (che edita in accordo con Tesionline)... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X