Natale Gucci - Anna De Falco

Il fascino e la funzione. Il ponte della Maddalena “detto del diavolo”

€ 20,00

Casa Editrice: Pacini Fazzi Editore

Anno: 2010

N. Pagine: 144

Formato: 21x23

Fra le costruzioni del medioevo apparentemente così ardite che “solo il diavolo può sostenerle”, il Ponte della Maddalena a Borgo a Mozzano in quel di Lucca è forse la più notevole. È una fra le tante opere che l’uomo ha realizzato per soddisfare le sue necessità di spostamento e di trasporto con l’intento di ridurre la fatica del viaggiare e utilizzando le conoscenze via via acquisite nell’arte del costruire. Quest’opera ha però una sua singolarità che le conferisce un fascino intrinseco che il tempo ha accentuato lasciando i suoi segni senza deturpare le forme. La singolarità è dovuta alla particolare orografia del letto del fiume Serchio e, probabilmente, anche alla navigabilità, che hanno condizionato gli appoggi e quindi il ritmo e la luce delle arcate fino a raggiungere, con “diabolica” arditezza, il limite possibile al tempo.
Le opportunità di appoggio sull’alveo, la navigabilità e la resistenza alle piene hanno quindi guidato l’uso degli archi di pietra verso un ponte la cui forma è del tutto inconsueta, ma perfettamente armonizzata con il paesaggio, tanto da conferirgli quella particolare attrattiva che è sempre andata al di là della semplice seduzione dell’antico, anche quando la vetustà non costituiva privilegio per la salvaguardia.
Costruito per rispondere alle necessità di viabilità della zona, a differenza di altri è pervenuto a noi anche dopo il venir meno della sua funzione originaria perché il suo fascino ha vinto i tempi e le mode e perché il destino ha voluto che modifiche avversate e criticate l’abbiano poi salvato dalle mine naziste.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Pacini Fazzi Editore
Codice 978887246-992-7

Pacini Fazzi Editore

Pacini Fazzi Editore fonda la sua casa editrice a Lucca nel 1966; è proprio la città a costituire il punto di partenza per le prime opere di forte impegno editoriale, centrate sulla storia e sull'arte lucchese. Negli anni successivi il campo d'indagine si allarga alla Toscana, per arrivare oggi a testi non più esclusivamente connotati dal legame ad un ambito territoriale. Nascono... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X