Patrizia Turrini

La comunità ebraica di Siena

€ 15,00

Casa Editrice: Pascal Editrice

Anno: 2008

N. Pagine: 180

Formato: 17x25

Questo colma un vuoto nella storiografia della città di Siena, una lacuna troppo a lungo ignorata: il testo, delineando organicamente la storia della Comunità Ebraica senese, che per lunghi secoli fu numerosa e operosa, integra e dà nuova luce alla storia stessa della città. Il volume è inserito nella prestigiosa collana “Documento di Storia” curata dal dipartimento di scienze storiche, giuridiche, politiche e sociali dell’università di Siena, reca una prefazione del professor Mario Ascheri e una nota della dottoressa Anna Di Castro, della
sezione senese della Comunità Ebraica di Firenze. L’autrice ha lavorato sulla documentazione custodita presso l’Archivio di Stato di Siena, seguendo la vicenda della “Comunità” dal secolo XIII al XIX. Emerge una storia complessa e tormentata, la storia di una “tolleranza” che, come osserva la Di Castro, non fu “comprensione reciproca o incontro di culture”, come il termine indicherebbe al giorno d’oggi, bensì pura e semplice “sopportazione”. Gli ebrei senesi poterono operare e intraprendere, non solo nell’attività creditizia – a loro esclusivamente riservata per un buon tratto del Medioevo – ma anche in altri molteplici
campi, come la tessitura di lana e seta, la sartoria, la medicina. Non pochi membri della “Comunità” poterono prosperare. Tuttavia nei loro confronti fu sempre presente un vigile e ostile controllo da parte delle Istituzioni “cristiane”, e perdurante la diffidenza del complesso della società senese. Già nel 1384 agli ebrei senesi fu vietato dimorare lungo le vie principali della città, remota premessa alla reclusione nel “Ghetto” che verrà poi imposta nel 1573 da Cosimo I° dé Medici, e che durerà fino all’emancipazione del 1859; frequenti furono i prestiti forzosi che i cittadini ebrei più abbienti dovettero corrispondere ai diversi
governi. Resta tragicamente indimenticabile la strage compiuta dai “Sanfedisti” del “Viva Maria” nel 1799, anche se è corretto osservare che essa fu perpetrata da milizie in grande prevalenza provenienti da fuori Siena. Tuttavia, pur tra alterne vicende, la Comunità Ebraica senese si sviluppò, giungendo a
superare il numero di 400 membri. Nel 1766 eresse la splendida Sinagoga che ancor oggi è il suo centro di culto, con annesso museo; fu costantemente protagonista dell’economia della città (in epoca medievale non fu mai loro negato l’ingresso nelle corporazioni); riuscì a fondare ben cinque accademie dotate di librerie e un proprio teatro… Il suo impegno contribuì in modo significativo alla crescita economica e culturale della città e, in particolare, di quell’area, ricompresa nel territorio della Contrada della Torre, all’interno della quale tradizionalmente dimorò e dove, per l’appunto, sorse il Ghetto. Non a caso la torraiola Turrini segue con sincera partecipazione e affetto la vicenda della “ Comunità”, sottolineando come essa sia riuscita costantemente a riscattarsi dalle vessazioni e ricorrenti limitazioni imposte alla propria libertà, grazie all’industriosità, intelligenza, capacità d’iniziativa, qualità e valori che da sempre costituiscono un prezioso patrimonio dei discendenti di Mosé.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Pascal Editrice
Codice ISBN 978-88-7626-0476

Pascal Editrice

La Pascal Editrice, fondata a Siena nell’ottobre 2003, si propone come veicolo di ogni manifestazione della creatività letteraria, nelle diverse espressioni di narrativa, memorialistica, poesia, saggistica. Pascal Editrice vuole vivere l’editoria come strumento di comunicazione, espressione, confusione tra chi scrive e chi legge. L’esperienza maturata dal 1995 intorno alla... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Patrizia Turrini

Nata a Siena, Patrizia Turrini lavora presso l'Archivio di Stato di Siena come archivista. Ha eseguito studi e ricerche storico-archivistiche per incarico del Ministero per i beni e le attività culturali e in collaborazione con Università degli Studi italiane e straniere e con vari enti culturali. Tra i suoi lavori più impegnativi, il volume, scritto in collaborazione con... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X