Daniela Sarfatti

Luda e le altre. Antologia di autobiografie di donne dell’est. La forza delle donne

€ 15,00

Casa Editrice: Salomone Belforte & C. Editore

Anno: 2007

N. Pagine: 113

Una donna parla con altre donne e ne racconta le storie. Lo fa sommessamente, con delicatezza, quasi avesse timore a scoprirne i segreti, le passioni, la tristezza, la rassegnazione, la gioia, la speranza. Quando le donne non vogliono parlare non insiste, comprendendo le ragioni della reticenza.
Daniela Sarfatti presenta così la sua antologia di autobiografie delle donne dell’Est e ne descrive la forza e la capacità di adeguarsi ad ogni situazione, anche la peggiore, perché in loro si anima la speranza di un mondo migliore, di un ritorno nella terra d’origine, in cui i figli potranno esaudire i loro sogni di studio e lavoro. Sono, in generale, donne colte, “delle eroine anonime” come le definisce l’autrice, che, purtroppo, non possono integrarsi adeguatamente, vuoi per i pesanti orari di lavoro, vuoi per la mancanza di spazi e luoghi dove incontrarsi con le altre culture presenti in Italia.
Nel libro c’è una dolcezza infinita, ma soprattutto realismo totale. L’anima e il corpo si fondono continuamente alla maniera di chi ha una grande dimestichezza nel trattare con l’anima propria e altrui. Prevale su tutto un amore materno, un’apertura al mondo che diviene tenerezza espansiva, un sentimento con o senza il quale è impossibile vivere, così come affermava Ovidio.
Le interviste sono espresse in un linguaggio accattivante, puro e colorito oltre che in uno stile elegante che fa del racconto la forma più adeguata e comunicativa.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Salomone Belforte & C. Editore
Codice 978-88-7467-029-1

Daniela Sarfatti

Daniela Sarfatti è nata a Venezia ma vive da molto tempo a Livorno con la sua famiglia. Ha insegnato inglese e realizzato con Margherita Ascarelli e Jenny De Paz la mostra 1938. La scuola ebraica di Livorno: una alternativa alle leggi razziali. È stata guida al Museo ebraico Yeshiva Marini e ha collaborato a vario titolo con la Comunità ebraica di Livorno. Attenta osservatrice... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X