AA VV

Regesto di Coltibuono

€ 20,00

Casa Editrice: Edizioni Polistampa

Anno: 2008

N. Pagine: 368

Formato: 17x24

Riproduzione anastatica del Regesto di Coltibuono pubblicato nel 1909 dall’Istituto Storico Italiano in collaborazione con l’Istituto prussiano di Roma all’interno della collana Regesta Chartarum Italiae (Roma, Ermanno Loescher & C.). Il ponderoso lavoro di regestazione delle pergamene dell’abbazia di San Lorenzo Coltibuono svolto da Luigi Pagliai, sacerdote e archivista, poi direttore dell’Archivio di Stato di Pisa, costituisce la sua opera di maggior peso scientifico e ha rappresentato in seguito un punto di riferimento fondamentale per la storia di quell’abbazia e in generale del territorio chiantigiano. Ad esso hanno fatto riferimento, ad esempio, Antonio Casabianca (primi decenni del Novecento) e Paolo Cammarosano (1974); successivamente, dopo la scheda dedicata all’abbazia di Coltibuono dallo stesso Paolo Cammarosano e da Vincenzo Passeri nel loro repertorio sui castelli dell’area senese e grossetana (1976), è stata la monografia di Francesco Majnoni (1981) a fornire un quadro esauriente delle vicende storiche dell’abbazia dalle lontane origini nei primi secoli dell’età medievale fino all’Ottocento. Anche nel lavoro di Majnoni i regesti di Pagliai – e non la consultazione diretta degli originali – hanno costituito, per l’epoca anteriore all’anno 1200, la base documentaria per affrontare la cronologia dei patronati e il susseguirsi delle comunità cenobitiche che vi ebbero sede, in particolare in seno all’ordine vallombrosiano, così come alcuni temi connessi alle forme di finanziamento dell’abbazia e alla gestione della cospicua proprietà fondiaria. Fortemente dipendente dal Regesto di Pagliai per i secoli centrali del Medioevo risulta inoltre il successivo lavoro di Renato Stopani (1982), interessato peraltro a tematiche storico-architettoniche. A distanza di quasi un secolo dalla prima edizione, il Regesto di Coltibuono conserva ancora l’originale interesse e mantiene la sua utilità di strumento capace d’illustrare un corpus documentario eccezionale per quantità e antichità di pergamene.

Presentazione di Stefano Moscadelli

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Edizioni Polistampa
Codice ISBN 978-88-596-0388-7

Edizioni Polistampa

La storia delle edizioni Polistampa comincia nel 1966, quando il fondatore Mauro Pagliai, all’età di 22 anni, apre una piccola tipografia nel centro storico di Firenze. Nonostante le poche risorse economiche a disposizione, già all’inizio le stampe e le edizioni si contraddistinguono per la qualità delle loro esecuzioni e ogni volume viene particolarmente curato in... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X