Abdelwahab Meddeb

Uscire dalla maledizione. L’Islam tra civiltà e barbarie

€ 22,00

Casa Editrice: Edizioni Cantagalli

Anno: 2011

N. Pagine: 272

Dopo Bin Laden e le rivolte in nord Africa, il volto dell'Islam sta cambiando? o il fondamentalismo tiene ancora in ostaggio i fedeli di Allah? può l'Islam, abbandonare gli estremismi e diventare motore di civiltà e strumento di dialogo costruttivo? Questo libro si presenta come un “trattato di guarigione” per un Islam malato. La diagnosi di Meddeb e semplice e chiara, l’Islam ha preso una deriva che sta conducendo la sua civiltà millenaria verso la barbarie attraverso un processo di desertificazione che appare irreversibile. La malattia dell’islamismo contamina la gioventù musulmana orientandola verso quel “terreno di maledizione” evocato da Empedocle dove prosperano i demoni e cresce la violenza che moltiplica le ferite. Ma una volta riconosciuta la patologia è anche possibile rintracciare la medicina in grado di curarla. Il rimedio sta nello stesso male: è solo reimpiegando la materia islamica che si potrà indicare la via della guarigione e interrompere la sequenza dell’odio. Ciò che imprigiona il Corano nella sua particolarità negativa, dice Meddeb, il tabù da spezzare, è il principio che erige il Libro sacro a incarnazione della Parola divina incontestata (e incontestabile), eterna, portatrice della verità piena. Bisogna invece essere in grado di distinguere nel Corano la parte perenne e permanente da quella caduca legata esclusivamente alla contingenza storica. Le argomentazioni a favore di una esegesi che prenda le mosse dall’investigazione storica sulla costituzione del testo si trovano all’interno della stessa tradizione islamica. Meddeb incoraggia l’emergenza di dottori musulmani di nuovo genere, in grado di rinnovare e modernizzare radicalmente l’ermeneutica coranica lontano dai dogmi che immobilizzano il testo nei suoi arcaismi e nelle sue forzature estremiste. Un viaggio in quattro tappe che invita i fedeli di Allah a un lungo sforzo di ricerca e di lavoro su se stessi per saziare la loro sete di verità e permettere all’Islam di ritrovare la sua radice di agente di civiltà. Dal terrorismo alla questione femminile, Meddeb si scaglia contro le violenze legittimate dalle fonti della religione, auspicando un futuro di uguaglianza e fraternità.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Edizioni Cantagalli
Codice cantagalli

Edizioni Cantagalli

In oltre 90 anni di attività le edizioni Cantagalli hanno raggiunto prestigio nazionale in molti campi,  specializzandosi in particolare nella saggistica di qualità negli ambiti della teologia, filosofia, storia, classici del pensiero cristiano, politica, scienze sociali ed economiche. I titoli in catalogo sono più di 700, quelli pubblicati annualmente circa 120. È... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Abdelwahab Meddeb

Abdelwahab Meddeb è nato a Tunisi e vive a Parigi. Scrittore pluripremiato, poeta e giornalista, insegna Letteratura comparata (europea-islamica) presso l’Università Paris X (Nanterre), e tiene corsi a Ginevra e Yale. Collabora con il quotidiano francese Le Monde, conduce la trasmissione radiofonica “Cultures d’Islam” su Radio France Culture, e “Point de... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X