Maria Antonietta Rovida - Laura Vigni

Vittorio Mariani architetto e urbanista (1859-1946). Cultura urbana e architettonica fra Siena e l'Europa

€ 30,00

Casa Editrice: Edizioni Polistampa

Anno: 2010

N. Pagine: 240

Formato: 24x31

La scomparsa dell’architetto Vittorio Mariani (Siena 1859-1946) fu totalmente ignorata dalle cronache, essendo il prestigio della sua figura professionale ormai da tempo svanito. Solo alcuni mesi dopo un giornale pubblicherà un ricordo saggiamente intitolato Vittorio Mariani, un grande architetto toscano dimenticato. Gran parte della produzione architettonica e degli interventi urbani italiani dei primi decenni del secolo hanno subito purtroppo un simile destino. Qui il quadro è però aggravato dalla totale dispersione della biblioteca dell’architetto, del suo carteggio professionale, di un eventuale epistolario privato. Se a partire dagli anni ’80 del Novecento si è aperta una stagione di rinnovato interesse e studio sull’architettura della Toscana postunitaria e dei primi decenni del XX secolo, restava tuttavia dell’attività di Mariani una visione parziale, che identificava pochi suoi progetti, per lo più di ambito senese, spesso senza base documentaria, e formulava una serie di giudizi storiografici preoccupati solo dell’attribuzione di un’etichetta storico stilistica.
Nel 2006 l’Archivio Storico Comunale di Siena ha ricevuto in deposito da un ente assistenziale un consistente nucleo di disegni fino ad allora ignoti, in cattivo stato di conservazione e totalmente privi di documentazione di corredo, ma identificabili come progetti del Mariani, lasciando intuire una insospettata attività assai più prolifica e multiforme. Il libro raccoglie i sorprendenti risultati della ricerca che è stata svolta e fornisce il quadro più completo possibile dell’attività professionale e culturale del Mariani. Partendo dalle realizzazioni note e dagli elaborati pervenuti, ricercando una più ampia documentazione diretta o indiretta sono ricostruite le vicende della committenza e quelle progettuali ed esecutive, senza trascurare il contesto socio-culturale ed economico. Supportato da una mole di dati provenienti da archivi e istituzioni oltre l’ambito senese, il volume riproduce uno scenario ricchissimo e variegato che, pur lasciando ancora in ombra alcune vicende biografiche, rende evidente un’attività progettistica su scala internazionale, di cui i lavori senesi finora noti costituivano una parziale espressione.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Edizioni Polistampa
Codice 978-88-596-0757-1

Edizioni Polistampa

La storia delle edizioni Polistampa comincia nel 1966, quando il fondatore Mauro Pagliai, all’età di 22 anni, apre una piccola tipografia nel centro storico di Firenze. Nonostante le poche risorse economiche a disposizione, già all’inizio le stampe e le edizioni si contraddistinguono per la qualità delle loro esecuzioni e ogni volume viene particolarmente curato in... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X