Carlo Tibaldeschi

Gli stemmi dei Vicari di Certaldo

€ 32,00

Casa Editrice: Edizioni Polistampa

Anno: 2009

N. Pagine: 240

Formato: 24x31

Tibaleschi sostiene una verità talora trascurata negli studi araldici, e cioè che le decorazioni araldiche dei palazzi pubblici italiani sono tra le non molte e tra le più importanti, anche quantitativamente, fonti primarie di cui lo storico dispone in questo campo: sono veri e propri stemmari istituzionali costruiti nel tempo che riflettono con esattezza le intenzioni dei contemporanei e non, come gli stemmari costruiti ex post, compilazioni soggettive.
Allo stesso modo il Palazzo Pretorio di Certaldo è ricchissimo di questo materiale che l’autore analizza attraverso schede illustrate ragionate. Egli ha incrociato i dati iconografici con quelli provenienti dalle fonti d’archivio (e in particolar modo la straordinaria documentazione, anche araldica, relativa ai vicari certaldesi); ha seguito e tentato di ricostruire, per quanto possibile, la struttura originaria della decorazione; ha colmato le lacune negli stemmi e nelle legende; ha indicato e commentato infine tutti quegli elementi stilistici e figurativi (dalla forma degli scudi, agli ornamenti esteriori, alla trattazione delle figure) che vanno spesso perduti nelle compilazioni secondarie, ma che risultano decisivi per comprendere l’evoluzione degli stili, del gusto e delle pratiche araldiche, troppo spesso trattate dagli storici con superficiale uniformità. Il tutto nella forma agile di chi guida il lettore, anche il profano, fornendo tutti gli accessori di rito (elenchi di magistrati, date degli officia, notizie su personaggi e famiglie) che ne fanno – insieme con la dotta disamina di Luigi Borgia sulla storia amministrativa del Vicariato di Certaldo nel contesto più ampio della vicenda del dominio fiorentino – uno strumento erudito.
Con questo volume Certaldo possiede oggi un sussidio bibliografico completo del simbolo che, agli occhi dei residenti e dei visitatori, rappresenta l’identità e la continuità ideale nel tempo di un’antica comunità.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Edizioni Polistampa
Codice 978-88-596-0545-4

Edizioni Polistampa

La storia delle edizioni Polistampa comincia nel 1966, quando il fondatore Mauro Pagliai, all’età di 22 anni, apre una piccola tipografia nel centro storico di Firenze. Nonostante le poche risorse economiche a disposizione, già all’inizio le stampe e le edizioni si contraddistinguono per la qualità delle loro esecuzioni e ogni volume viene particolarmente curato in... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Carlo Tibaldeschi

Carlo Tibaldeschi è nato nel 1936. Già docente di Patologia Chirurgica presso l’Università di Pavia, ha svolto in quella sede le attività di insegnamento e clinico-scientifica, queste ultime testimoniate da diverse migliaia di interventi chirurgici e dalla pubblicazione su riviste italiane e straniere di oltre duecento contributi su argomenti attinenti ai trapianti... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X