Carlo Cassola e l’impegno per il disarmo. Incontro con Angelo Gaccione

Castagneto Carducci il 20/07/2017 - Redazione
Un incontro che permetterà di conoscere un Carlo Cassola forse meno noto, quello impegnato per il disarmo, insieme ad Angelo Gaccione, l’intellettuale a lui più vicino nella sua strenua e appassionata campagna pacifista. Domenica 23 luglio alle ore 21.15 è in programma a Castagneto Carducci, in piazza della Gogna, la presentazione del libro "Cassola e il disarmo. La letteratura non basta. Lettere a Gaccione 1977-1984" (Tra le righe libri) curato da Federico Migliorati e dallo stesso Angelo Gaccione. Modera la giornalista Elisabetta Cosci.

La pubblicazione - Angelo Gaccione è stato il solo, dopo la morte dello scrittore, a tenerne desta nei suoi scritti, l'idea del disarmo unilaterale. A Cassola toccò la stessa sorte vissuta negli anni precedenti da Pasolini, fatta di avversione, ostilità, isolamento. Con rare eccezioni, questo fu l'atteggiamento dell'ambiente intellettuale al quale era da sempre appartenuto, e da cui si aspettava un convinto appoggio al suo impegno per il disarmo. Disarmo caparbiamente ribadito con scritti e conversazioni, fino a quando ne avrà le forze, dalla fine degli anni Settanta del secolo scorso a oltre la metà degli anni Ottanta; disarmo colto nella sua drammatica urgenza non più dilazionabile, e che lo porterà a fondare anche una Lega disarmista. Un'urgenza che le lettere a Gaccione registrano in tutta la loro lucida spietata consapevolezza.
 
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X