Flash mob in biblioteca. Una catena umana per trasferire i libri nella nuova struttura

Capalbio il 17/04/2019 - Redazione
Una "catena umana" per trasferire i libri dal magazzino del vecchio Municipio alla sede della nuova  Biblioteca  in Via Giacomo Leopardi 3, è stata organizzata questa mattina alle ore 11 a  Capalbio. Cittadini, rappresentanti di Istituzioni e Associazioni, firmatari del "Patto di Capalbio per la lettura", genitori e - soprattutto - i bambini della scuola materna e gli allievi delle scuole elementare e media di Capalbio, si sono riuniti per testimoniare simbolicamente la rinascita della biblioteca comunale.

La manifestazione - Particolarmente colorata, numerosa e significativa la presenza delle scuole materna, elementare e media di Capalbio, con oltre 150 allievi partecipanti. Ma tutti gli intervenuti si sono rimboccati le maniche, passandosi i libri di mano in mano lungo i 139 passi che separano il magazzino del vecchio Municipio dai locali messi a disposizione da Banca TEMA - Terre Etrusche e di Maremma - Credito Cooperativo, e per donare nuova linfa vitale alla biblioteca comunale di Capalbio a circa 20 anni dalla sua chiusura. I primi due volumi a varcare la soglia della nuova biblioteca sono stati il saggio “Macchiavelli e l’Italia. Cronaca di una disfatta” (Einaudi) del critico letterario e cittadino onorario di Capalbio Alberto Asor Rosa. E “Il giorno della nutria” (Tunuè) l’apprezzato esordio narrativo del giovane autore capalbiese DOC Andrea Zandomeneghi. Il flash mob letterario è stato organizzato dal Comune di Capalbio, in collaborazione con Banca TEMA - Terre Etrusche e di Maremma - Credito Cooperativo, l'Istituto Comprensivo "Pietro Aldi" Capalbio-Manciano e l'Associazione "Il piacere di leggere". Presenti anche le delegazioni della Croce Rossa Italiana di Capalbio, dell’Associazione #capalbiogiovani e del Progetto Ri.Centro #CapalbioCentroStorico, che si sono coordinate con gli organizzatori per la buona riuscita dell'iniziativa. “La 'catena umana' che oggi ha animato le strade di Capalbio, con il passaggio dei libri fino alla nuova biblioteca, rappresenta l’unione delle sinergie che hanno creduto in questo progetto - ha commentato Anna Maria Carbone, Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo 'P. Aldi' Capalbio-Manciano - Siamo fiduciosi che 'il piacere di leggere' dei nostri ragazzi sia visto come una finestra verso luoghi e tempi lontani, fonte di stimoli e occasione di crescita personale".
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X