L'esotico sotto casa. Salgari, Beccari e le foreste della Malesia. Tutto a Firenze

Firenze il 14/04/2017 - Redazione
Un appuntamento da non perdere giovedì 20 aprile (Biblioteca delle Oblate, ore 21.00) per ascoltare storie fantastiche, immaginate e realmente vissute, e per scoprire che l’esotico è poco distante da noi. Per il ciclo di incontri “Cafferenza”, infatti, si parlerà di foresta del Borneo e di un grande esploratore fiorentino Odoardo Beccari ma anche di Emilio Salgari che scrisse e descrisse quei luoghi senza mai uscire dalla sua Torino. Per far incontrare questi personaggi e animare il dialogo Paolo Ciampi, giornalista e scrittore, e Chiara Nepi, responsabile della sezione di botanica del Museo di Storia Naturale, Università di Firenze. Modera Francesca Camilli, IBIMET-CNR.

Nel percorrere i corridoi e le stanze della sezione di botanica del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, circondati da file di scaffali contenenti milioni di campioni di specie botaniche, raccolti in diverse parti del globo in epoche più o meno lontane, i visitatori si troveranno immersi in un vero e proprio scrigno di tesori nascosti. Una parte cospicua di questi campioni vegetali, collezione scientifica preziosissima, è rappresentata dai reperti della Malesia raccolti dal botanico, antropologo ed esploratore fiorentino Odoardo Beccari (1843- 1920). I viaggi e le scoperte nel Sud-Est asiatico, vere e proprie avventure in un mondo allora sconosciuto e per certi versi molto pericoloso, furono raccontati dallo stesso Beccari nei suoi diari. Ambienti, natura e personaggi di terre lontane e misteriose che sorprendentemente trovano corrispondenza nelle avventure immaginate - ma non poi tanto..! - e narrate da Emilio Salgari (1862-1911) nei suoi libri. Ma l’illustre botanico e lo scrittore si incontrarono mai? Lo scopriremo alle Oblate.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X