Premio Sergio Maldini. Scelti i finalisti per le due sezioni di viaggio. Il 30 giugno i vincitori

Udine il 06/06/2018 - Redazione
Selezionati i tre finalisti per le due sezioni previste nella prima edizione del premio letterario dedicato al giornalista e scrittore Sergio Maldini nel ventennale della scomparsa. L'iniziativa è organizzata dall'Associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con l'ERPaC FVG e con l'approvazione della famiglia Maldini. La giuria, presieduta da Franca Diamilla Magnelli Maldini, ha designato i tre finalisti per ciascuna delle due sezioni di cui si compone il premio, riservate rispettivamente al giornalismo di viaggio in Italia e alla letteratura di viaggio. L'annuncio dei vincitori di ciascuna sezione, presenti tutti i finalisti, avverrà durante la cerimonia di premiazione in programma a Santa Marizza di Varmo (Udine) il prossimo sabato 30 giugno.

Nella sezione dedicata alla letteratura, i finalisti sono: Simona Baldanzi con "Maldifiume" (Ediciclo), Paolo Ciampi con "Tre uomini a piedi" (Ediciclo) e Federico Rampini con "Le linee rosse" (Mondadori). Per la sezione dedicata al giornalismo di viaggio in Italia, i tre finalisti sono Stefania Bacchini per l'articolo "Apuane montagne irripetibili" (Latitudes Life), Melania Lunazzi per "L’inizio dimenticato" (Meridiani Montagne), e Gianni Marucelli per "Intorno all’antico vulcano. Una storia lunghissima dall’uomo di Neanderthal alle miniere di mercurio" (L'Italia, l’uomo, l’ambiente).
 
 Il premio è nato per ricordare l'opera giornalistica e narrativa di Sergio Maldini, nato a Firenze nel 1923 da famiglia di origini romagnole e che trascorse un periodo importante della sua vita a Udine prima come studente al liceo Stellini e poi all'inizio della carriera giornalistica al quotidiano Messaggero Veneto. Carriera in seguito continuata tra Bologna e Roma con incarichi di prestigio, alternando il giornalismo alla letteratura e con una spiccata attitudine verso i racconti di viaggio. Maldini tornò a risiedere in Friuli negli anni Ottanta e costruì a Santa Marizza la “casa a Nord Est”, divenuta anche il tema e il titolo del romanzo con cui vinse il premio Campiello nel 1992. Morì il 2 luglio 1998. A vent'anni dalla scomparsa, la prima edizione del premio, che avrà cadenza biennale, vuole ricordarlo attraverso l'opera di giornalisti e scrittori di oggi che affrontano temi e scenari in sintonia con la capacità di analisi e narrazione rivelata da Maldini in articoli e libri.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X