Quando mi vieni a trovare

Massimiliano Bellavista

06/07/2020

Poesia estratta dalla raccolta “La poesia è morta e altri versi” in uscita il 14 luglio per Castelvecchi (collana “Controluna” diretta da Michele Caccamo), con prefazione di Francesco Ricci.

Penso alle parole che ti vidi nascere in bocca
a quelle che ti ho sottratto
sono piante le parole
piume di scintille d’ali lontane
penombre tra i movimenti terrestri.
 
Penso al saluto
che mi ricamasti sulla mano
stringendola un’ultima prima volta
velluto tra corone di rose.
 
Quando vieni a trovarmi
mi siedo con te ad un tavolo di nuvole
e discuto del progetto dei miei giorni.
La chiave di sole che squadernò il compasso delle colline
il primo senso del ritorno
lo stare sempre in bilico
sull’orlo delle cose.
 
E poi
l’esperienza del giorno
la gracilità dei sensi slegati e confusi a sera
le intese liquidità del mio corpo
ciò che rubai e non ho mai restituito
l’avere e il non usare,
il rispondere senza sapere il domandar sapendo
la comunione del piacere
ciò che si perse nell’ombra del viaggio.
 
Se ti fermi con me abbastanza
Senti animarsi
il pianto del mio angelo
lo stupro delle idee e della volontà
l’accesa sarabanda dei ricordi
che sono comunque e allo stesso tempo
ovunque e introvabili
come particelle di Dio.
 
Come te
spesso non ci sono.
Ma nel buio
so che posso afferrarle
ne canto la certezza
 
Torna Indietro
Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196

Massimiliano Bellavista

Massimiliano Bellavista
Massimiliano Bellavista è consulente di direzione, blogger (www.thenakedpitcher.com) e docente di Management strategico presso l’Università di Siena. Vincitore di premi letterari, suoi racconti e poesie sono pubblicati su riviste e antologie. Scrive una rubrica fissa per la rivista stroncature.com. Tiene regolarmente seminari di scrittura e in merito alla valorizzazione ed alla comprensione del libro antico come bene letterario e culturale. A Siena anima la scuola di scrittura Recensio. Riguardo alle sue opere di narrativa, poesia e management, pubblicate in italiano ed in inglese, tra le più recenti ricordiamo: Le reti d’impresa (Franco Angeli, 2012); Anatomia dell’invisibile (Tabula Fati, 2017); L’ombra del Caso (Il Seme Bianco 2018) e The Naked Pitcher (Licosia 2018); Dolceamaro (Castelvecchi 2019); Marketing e management degli impianti sportivi (Azzurra 2019); Vertical Farming (Licosia 2019)
 
Vai all' Autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X