Frida Misul

Canzoni tristi

€ 20,00

Casa Editrice: Salomone Belforte & C. Editore

Anno: 2019

N. Pagine: 227

Il diario inedito del Lager (3 aprile 1944 - 24 luglio 1945)
A cura di Fabrizio Franceschini
Questo volume presenta per la prima volta un complesso di testi, straordinari per ricchezza e precocità, dell’ebrea livornese Frida Misul, deportata e scampata alla Shoah. Della Misul si conoscevano tre canzoni, cantate clandestinamente in Lager, e due versioni a stampa del diario della deportazione, risalenti al 1946 e al 1980. Qui si pubblica l’inedito taccuino steso da Frida subito dopo la sua liberazione (Theresienstadt, 9 maggio 1945) e continuato sino al rientro in Italia (24 luglio 1945). La passione di Frida per la musica, coltivata a Livorno prima dell’arresto, la porta a fare del canto uno strumento di difesa e di ribellione rispetto alla micidiale realtà del Lager. Troviamo qui ben sedici canzoni da lei riscritte, sulla musica del canto ebraico Hatikvà e delle più note canzoni italiane degli anni ’30-primi ’40 (Mamma, Muraglie, Torna Piccina, La Piccinina, Il voto, Vivere, La Torre di Pisa ecc.). Tra le Canzoni Tristi, che parlano della vita e della morte in Lager, e quelle dell’Attesa per il rientro in Italia si trova Il mio Diario e la mia Prigionia. Con tutta la forza della testimonianza immediata Frida racconta il suo doloroso e strenuo percorso da Livorno a Fossoli ad Auschwitz (ove entra il 23 maggio 1944) e quindi a Wilischthal, in un Lager al servizio dell’industria militare tedesca, fino a Theresienstadt in Boemia, ove viene liberata dall’esercito sovietico. Un’ampia introduzione delinea il contesto di questa vicenda di oppressione e liberazione, offrendo gli elementi per apprezzare i testi di Frida nella loro drammaticità documentaria e nella loro veste linguistica di genuino carattere «italiano popolare».
Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Salomone Belforte & C. Editore
Codice 978-88-7467-145-8

Salomone Belforte & C. Editore

La casa-editrice Salomone Belforte & C. viene fondata nel 1834 a Livorno, ma è già attiva dal 1805 nella pubblicazione di libri ebraici. Dal 2001, insieme all'antico nome cancellato dalle leggi razziali, riprende l'attività editoriale, sia nel campo della cultura ebraica, sia nel campo della letteratura, dell'arte, della storia livornese. Salomone Belforte &... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Guarda le novità su Canzoni tristi

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X