Giacomo Nunez

Delle navi e degli uomini. I portoghesi di Livorno: da Toledo a Livorno a Tunisi

€ 14,00

Casa Editrice: Salomone Belforte & C. Editore

Anno: 2011

N. Pagine: 230

All’origine di queste pagine c’è il destino straordinario dei miei antenati. Li ho cercati e poi scoperti a briciole, a tappe. Ricostruendo la loro storia mi sono reso conto che, dalla Spagna a Livorno e poi a Tunisi, hanno dato prova di un coraggio e di una intraprendenza sconosciuti ad altri. Erano dotati di un orgoglio perfino eccessivo, ma questo perché erano consapevoli delle loro qualità; erano di “dura cervice”.
Si trovavano nelle quinte della Storia, ma erano presenti laddove si stava costruendo il mondo moderno.
Durante molti secoli la loro residenza è stata un porto: Oporto, Bayonne, Bordeaux, Anversa, Amsterdam, Venezia, Ancona, Livorno e Tunisi. Più tardi intrattennero rapporti con diverse città strategiche del Mediterraneo (Aleppo, Rosetta, Smirne, Salonicco e Istanbul), ma anche con l’India e con i Caraibi. Trasportavano merci in quasi tutti i Paesi del mondo e formarono una rete di complicità e di alleanze familiari che facilitavano i contatti e le operazioni di commercio.Tutto era fatto con estrema discrezione. Per i nuovi cristiani la prudenza era essenziale. L’Inquisizione era presente ovunque, nell’Europa cattolica dell’epoca e nei nuovi territori americani, e la sua crudeltà e la sua avidità erano note.
Armatori e commercianti a largo raggio le loro navi, sono partite dalla Darsena Vecchia verso tutti i porti del Mediterraneo, dove hanno permesso contatti e scambi con il mondo musulmano, ed anche verso l’Asia e l’America. Hanno contribuito cosi allo sviluppo, agli scambi mondiali e ai contatti con diverse civiltà lontane. Attori della prima mondializzazione, hanno sempre mantenuto la loro fedeltà a Livorno e all’Italia anche quando, costretti ad allontanarsi da Livorno dopo la crisi dovuta al blocco continentale inglese, si stabilirono negli empori del Mediterraneo e principalmente nella città di Tunisi. Il libro descrive per finire la Comunità Portoghese di Tunisi che mantenne in terra musulmana, poi sotto dominio francese, la sua citta-
dinanza, la sua lingua e perfino i piatti tipici livornesi. Libro di passione e di ricordi. "Delle navi e degli uomini" e un ritorno nel tempo, pieno di emozioni e di fedeltà alle origini e alla tradizione sefardita.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Salomone Belforte & C. Editore
Codice 978-88-7467-056-7

Salomone Belforte & C. Editore

La casa-editrice Salomone Belforte & C. viene fondata nel 1834 a Livorno, ma è già attiva dal 1805 nella pubblicazione di libri ebraici. Dal 2001, insieme all'antico nome cancellato dalle leggi razziali, riprende l'attività editoriale, sia nel campo della cultura ebraica, sia nel campo della letteratura, dell'arte, della storia livornese. Via Roma 43 57126... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Giacomo Nunez

Dottore in Biochimica all’Università di Parigi, ha dedicato la sua vita alla ricerca scientifica sullo sviluppo delle funzioni del cervello e l’azione degli ormoni tiroidei. Direttore di Ricerche presso il CNRS ha assunto la direzione di una Unità dell’Instituto di Ricerche Mediche (INSERM) a Parigi. Ha partecipato come ricercatore a convegni scientifici in tutti i paesi... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X