0 Articoli Totale 0,00 €
le news

La Fondazione Mps svela la “Scultura gotica senese (1260-1350)”  [07/12/2011]

Siena e la scultura gotica sono le protagoniste della strenna presentata ieri dalla Fondazione Mps nel salone dei concerti dell’Accademia Chigiana, alla presenza di un numeroso e partecipe pubblico.
Oltre al deputato della Fondazione Mps Paolo Fabbrini, che ha introdotto la presentazione, l’accurato approfondimento dei contenuti e del contesto è stato esposto da Alessandro Bagnoli della Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per le province di Siena e Grosseto, seguito dalle considerazioni conclusive del curatore Roberto Bartalini.

Il libro - Il volume, che vede la collaborazione di Francesco Aceto, Claudia Bardelloni e Silvia Colucci e la realizzazione da parte di una delle principali case editrici italiane di libri d’arte e d’architettura, la Società Editrice Umberto Allemandi & C. di Torino, ricostruisce uno dei momenti più gloriosi della storia della scultura a Siena, con un’analisi scientifica di monumenti e singole sculture dispersi sul territorio senese e non solo, appartenenti a collezioni private o musei. L’arco temporale contemplato si sviluppa dagli anni in cui Nicola Pisano lavorava con i suoi aiuti nel cantiere della Cattedrale di Siena, al periodo attorno alla metà del Trecento, segnato dalla recessione economica e dall’epidemia di peste nera del 1348 che inevitabilmente indussero all’abbandono della ricostruzione della Cattedrale. Protagonisti dell’epoca furono Gano di Fazio e Tino di Camaino, gli anonimi lapicidi della cattedrale e Goro di Gregorio, Agostino di Giovanni e Lando di Pietro, Giovanni e Domenico d’Agostino, le cui opere sono state raccolte e descritte capillarmente in questo volume che si avvale del regesto della documentazione d’archivio e di un vasto apparato fotografico.

La scultura senese medievale - Maestri dalle competenze non solo scultoree, ma anche progettuali, organizzative e di coordinamento; maestri di pietra, ma anche di intaglio ligneo, scultura che si distingueva per funzione e destinazione d’uso: pietre e marmi venivano lavorati per l’architettura esterna, interna o per i complessi sepolcrali; mentre il legno per suppellettili, decorazione di arredi o rappresentazione di immagini sacre, opere maneggevoli e facili da trasportare.
La scultura medioevale, inoltre, fu scultura dipinta e dorata, nonostante larga parte delle opere sia giunta a noi monocromatica per effetto del tempo e delle puliture e favorì l’integrazione tra competenze diverse e collaborazione tra scultori e pittori. Di rilievo sono le pagine che il curatore dedica alla fabbrica della Cattedrale, dal precorso cronologico dei maestri che si sono succeduti, ai considerevoli manufatti prodotti, alle motivazioni che hanno determinato la peculiarità del “duomo nuovo” rimasto incompiuto.
Elegante e raffinato, il diciassettesimo volume della collana editoriale della Fondazione Mps Itinerari e proposte affronta per la prima volta il fenomeno della scultura senese al passaggio dal Due al Trecento nella sua globalità e si propone quale valido e completo documento di approfondimento e di studio.


Fonte:
Invia un commento alla redazione
Nome :
E-Mail:
 

 “Interviste sulla Gioventù” di Carmelo Lentino, a Arezzo il 20 dicembre la presentazione del libro [19/12/2014]

Resta ancora molto da fare, in Italia, sulle politiche giovanili, che non incidono, infatti, sulla vita nazionale come potrebbero e come dovrebbero. Si parlerà anche di questo sabato 20 dicembre...

 Novecento italiano in mostra a San Gimignano, dal 20 dicembre “’900. Una donazione” [19/12/2014]

Tredici opere di rilevante valore di dodici tra i più importanti esponenti della pittura italiana del secolo scorso in mostra a San Gimignano da domani e fino al 30 agosto. E’ “’900....

 L’arte spiegata ai più piccoli a Volterra con i laboratori di “Coloriamoci di Rosso…d’inverno” dal 21 dicembre [19/12/2014]

Sette appuntamenti in Pinacoteca a Volterra per avvicinare i più piccoli all’arte e ai tesori in essa custoditi. E’ “Coloriamoci di Rosso…d’inverno” l’iniziativa...

 “Il Panettone” dei Libristi il 21 dicembre a Firenze, un volume per raccogliere fondi contro la dislessia [19/12/2014]
 Cappuccetto Rosso nella camera delle meraviglie, a Siena il 21 dicembre inaugurazione della mostra [19/12/2014]
 Un libro-fiaba aspettando Natale, il 21 dicembre a Gaiole in Chianti “La stravagante notte di Mamma Natale” [19/12/2014]
 Le piazze di Firenze
AA VV
Firenze gode di una storiografia assai vasta, ma è anche vero che questa...
48,00 €  
 Mi chiamavano Caravaggio
Maria Noella Sichich Berti
In questo libro conoscerete Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, personaggio...
14,00 €  
 Lacrime asciutte
Gianni Manghetti
Questa è la storia di Lina, Melita, Corrada, Sofia e Marianna, “donne...
14,00 €  
 Something different
Marco Crespi
Sapere di basket e saper scrivere di basket non sempre coincidono. Anzi, come...
13,00 €  
 Teo, Sofia e l’avventura nel duomo di Siena
Ilaria Bichi - Silvia Roncucci
Teo e Sofia arrivano a Siena e scoprono la storia e le bellezze artistiche del...
10,00 €
 La beffa del fato
Moreno Ceppatelli
Cinque storie nella Storia, con personaggi che si muovono tra passato e presente...
12,00 €