0 Articoli Totale 0,00 €
le news

La Fondazione Mps svela la “Scultura gotica senese (1260-1350)”  [07/12/2011]

Siena e la scultura gotica sono le protagoniste della strenna presentata ieri dalla Fondazione Mps nel salone dei concerti dell’Accademia Chigiana, alla presenza di un numeroso e partecipe pubblico.
Oltre al deputato della Fondazione Mps Paolo Fabbrini, che ha introdotto la presentazione, l’accurato approfondimento dei contenuti e del contesto è stato esposto da Alessandro Bagnoli della Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per le province di Siena e Grosseto, seguito dalle considerazioni conclusive del curatore Roberto Bartalini.

Il libro - Il volume, che vede la collaborazione di Francesco Aceto, Claudia Bardelloni e Silvia Colucci e la realizzazione da parte di una delle principali case editrici italiane di libri d’arte e d’architettura, la Società Editrice Umberto Allemandi & C. di Torino, ricostruisce uno dei momenti più gloriosi della storia della scultura a Siena, con un’analisi scientifica di monumenti e singole sculture dispersi sul territorio senese e non solo, appartenenti a collezioni private o musei. L’arco temporale contemplato si sviluppa dagli anni in cui Nicola Pisano lavorava con i suoi aiuti nel cantiere della Cattedrale di Siena, al periodo attorno alla metà del Trecento, segnato dalla recessione economica e dall’epidemia di peste nera del 1348 che inevitabilmente indussero all’abbandono della ricostruzione della Cattedrale. Protagonisti dell’epoca furono Gano di Fazio e Tino di Camaino, gli anonimi lapicidi della cattedrale e Goro di Gregorio, Agostino di Giovanni e Lando di Pietro, Giovanni e Domenico d’Agostino, le cui opere sono state raccolte e descritte capillarmente in questo volume che si avvale del regesto della documentazione d’archivio e di un vasto apparato fotografico.

La scultura senese medievale - Maestri dalle competenze non solo scultoree, ma anche progettuali, organizzative e di coordinamento; maestri di pietra, ma anche di intaglio ligneo, scultura che si distingueva per funzione e destinazione d’uso: pietre e marmi venivano lavorati per l’architettura esterna, interna o per i complessi sepolcrali; mentre il legno per suppellettili, decorazione di arredi o rappresentazione di immagini sacre, opere maneggevoli e facili da trasportare.
La scultura medioevale, inoltre, fu scultura dipinta e dorata, nonostante larga parte delle opere sia giunta a noi monocromatica per effetto del tempo e delle puliture e favorì l’integrazione tra competenze diverse e collaborazione tra scultori e pittori. Di rilievo sono le pagine che il curatore dedica alla fabbrica della Cattedrale, dal precorso cronologico dei maestri che si sono succeduti, ai considerevoli manufatti prodotti, alle motivazioni che hanno determinato la peculiarità del “duomo nuovo” rimasto incompiuto.
Elegante e raffinato, il diciassettesimo volume della collana editoriale della Fondazione Mps Itinerari e proposte affronta per la prima volta il fenomeno della scultura senese al passaggio dal Due al Trecento nella sua globalità e si propone quale valido e completo documento di approfondimento e di studio.


Fonte:
Invia un commento alla redazione
Nome :
E-Mail:
 

 “Palio e memoria”. Roberto Morrocchi presenta il suo libro a Siena il 27 giugno [24/06/2016]

Un libro di memorie: quindici fantini, tre sindaci, sei pittori ed artisti. E oltre trenta fra capitani e personaggi a vario titolo “grandi”; figure di spicco che hanno significato tanto per...

 “La vita che si ama”, incontro con Roberto Vecchioni al Gabinetto Vieusseux di Firenze il 27 giugno [24/06/2016]

Roberto Vecchioni a Firenze per parlare di felicità. Lunedì 27 giugno alle ore 17.30, nella Sala Ferri del Gabinetto Vieusseux in Palazzo Strozzi,  il cantautore terrà un incontro...

 A Milena Gabanelli e Paolo Borrometi il premio giornalistico “Arrigo Benedetti Città di Barga” [24/06/2016]

È la giornalista di Rai 3 Milena Gabanelli la vincitrice del premio giornalistico “Arrigo Benedetti Città di Barga” 2016, iniziativa di prestigio e alto valore culturale organizzato...

 “Non ti riconosco”. Il viaggio eretico di Marco Revelli domani a Poggibonsi [23/06/2016]
 Cinema, i film perduti dell'inverno al Mandela Forum per l'estate fiorentina [23/06/2016]
 “La mano stretta”, in un libro la storia emozionante di un padre adottivo e di suo figlio [23/06/2016]
 Inchiostro
Alessia Giulimondi
Nigel ha appena perso il padre, accidentalmente trova nella sua soffitta una...
13,00 €
 La musa di Hemingway
Nicola Morgantini
Memorie e tormenti di Adriana Ivancich La storia dell’amore perduto di...
12,00 €
 Centri Storici Fiorentini
Massimo Tosi
Itinerario illustrato negli acquerelli di Massimo Tosi Questo libro non vuole...
16,00 €
 In fuga
Domenico Manzione
Quando lo scafista ebbe il segnale, abbassò la leva che dava gas al motore,...
14,00 €
 Dizionario enciclopedico della ceramica (tomo I)
Pier Giorgio Burzacchini - Gian Paolo Emiliani - Maria Grazia Morganti
Storia, arte, tecnologia (tomo I - ABC) La ceramica è una delle più...
60,00 €
 Dopo il buio
Claudio Ulivelli
Giuliano Nicotra è un giovane capomafia che ha ereditato dal padre, a...
12,00 €
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X