Al Piccolo museo del diario di Pieve S. Stefano riconoscimento Aiap all'International graphic design week

il 05/11/2015 - Redazione

Design innovativo, contenuti unici e soprattutto un rapporto tra committenza e progettisti dal valore strategico. Sono questi gli elementi che hanno portato al Piccolo museo del diario dell'Archivio diaristico nazionale un riconoscimento particolare, assegnato da Aiap nell'ambito dell'International graphic design week di Milano. Si tratta dell' “attestato di qualità” Aiap. Venerdì 6 novembre, Camillo Brezzi, direttore del museo, e Alessandro Masserdotti, co-fondatore di dotdotdot, presenteranno il Piccolo museo del diario – considerato uno dei 12 case history di eccellenza, attraverso i quali celebrare il design italiano – al grande pubblico della manifestazione, in un incontro che si terrà presso la Fabbrica del vapore.

Il Piccolo museo del diario – Si tratta di un percorso museale interattivo nato per raccontare l'Archivio di Pieve Santo Stefano (Arezzo) e le testimonianze autobiografiche che custodisce. Un viaggio attraverso diari, epistolari e memorie da intraprendere affidandosi alle tecnologie audio e video più innovative, allestite dai progettisti dello studio dotdotdot. Strumenti utilizzati per rendere vive e intense le testimonianze che si possono scoprire “cassetto dopo cassetto”. Il percorso, che si articola in tre sale situate nel cinquecentesco Palazzo Pretorio, è costituito infatti da un'installazione artistica multiutente che permette ai visitatori di ascoltare alcune tra le storie più affascinanti scelte tra gli oltre settemila diari, memorie ed epistolari conservati in Archivio. Basta aprire uno dei venti cassetti incastonati in una parete di legno artigianale per conoscere le storie di Vincenzo Rabito, Maria Pia Farneti, Paolino Ferrari, Saverio Tutino, Antonio Sbirziola, Ettore Finzi e Adelina Foà, Emilia, Luigi Re, Massimo Bartoletti Stella, Orlando Tonelli, Raul Rossetti, Luisa T., Antonio Rossi, Sisto Monti Buzzetti, Tommaso Bordonaro, Liberale Medici, Maria Anichini, Francesco Stefanile, Orlando Orlandi Posti, Leo Ferlan. Una stanza è dedicata al Lenzuolo di Clelia Marchi: la sua storia, scritta su di un lenzuolo matrimoniale, è una delle storie emblematiche dell'Archivio dei Diari.

Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X