Barzellotti-Pratesi; Carteggio (1866-1917). Le lettere tra il filosofo e lo scrittore amiatini curate da Francesco Rossi

Piancastagnaio il 17/01/2019 - Redazione
Sabato 19 gennaio, ore 17, al Teatro Vittorino Ricci Barbini di Piancastagnaio in programma la presentazione del libro "Barzellotti-Pratesi; Carteggio (1866-1917) curato da Francesco Rossi. Presenti il sindaco Luigi Vagaggini e l'assessore alla Cultura Roberta Sancasciani, l'editore Mario Papalini e la giornalista Fiora Bonelli. Relatori Raffaele Ascheri, Luciano Luciani e Andrea Matucci. Letture di Stelvio Alvino e Sandra Fuccelli.   

Il libro - La corrispondenza epistolare fra due intellettuali amiatini di grande prestigio: il filosofo di Piancastagnaio Giacomo Barzellotti (1844-1917) e il suo amico, lo scrittore originario di Santa Fiora, Mario Pratesi (1842-1921) dal 1866 al 1917, anno in cui il filosofo morì a Piancastagnaio. Mario Pratesi, è stato scrittore preminente della letteratura toscana dell’ultimo ottocento, considerato dalla critica il “Verga toscano”, e l’altro, Giacomo Barzellotti, “l’elegantissimo narratore e ragionatore, uno degli ingegni più compiti, più musici, più platonici che sia apparso in Italia mai”, – come scriveva su di lui il poeta Giovanni Pascoli.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X