Gli annoiati. Viaggio di un magistrato nell'universo giovanile con Gianni Manghetti

Roma il 14/06/2018 - Redazione
Il timore di una generazione annoiata e crudele che attraversa un magistrato pronto alla pensione. È il perno attorno a cui ruota la nuova opera di Gianni Manghetti, “Gli annoiati”, che sarà presentato venerdì 15 giugno nella sala della Parrocchia della Madonna dei Monti. Con l’autore anche il giornalista del Corriere della Sera, Luigi Accattoli, la professoressa Lorenza Parretti, e tre studentesse, Elena, Eleonora e Marianna. «Sono ormai ad un tiro di schioppo dagli ottanta anni e ho voluto pubblicare un libro dedicato ai nostri giovani e ai loro crimini, indotti troppo spesso, dalla noia – dice l’autore - Ma il racconto vuole essere anche una riflessione sulle domande che un giudice, Presidente del Tribunale dei Minorenni, si pone sulla pena da infliggere loro».

Il libro - L’autore, da poche settimane confermato presidente della Cassa di Risparmio di Volterra, immagina una storia che ha per protagonista un magistrato, prossimo alla pensione, che si trova a giudicare i responsabili di delitti efferati e di bravate e che emetterà una sorprendente sentenza per restituire speranza ad una generazione di annoiati. Si sviluppa quindi un percorso all’interno dell’universo giovanile, sempre più incompreso dagli adulti e abbandonato a se stesso. Com’è possibile che i ragazzi possano diventare così crudeli? Cos’è che li spinge a “giocare con la vita”? È la domanda che si pone il giudice nello scoprire che sono la noia e la solitudine a determinare certi comportamenti nei ragazzi che finiscono per essere estranei al loro stesso ambiente.
 
L’autore - Gianni Manghetti Per Primamedia editore ha pubblicato “Nomi nella cenere” (2012), “Lacrime asciutte” (2014), “I sogni non svaniscono all’alba” (2016). È presidente della Cassa di Risparmio di Volterra. Per gran parte della sua vita si è occupato di banche e assicurazioni. Ha diretto l’organo di vigilanza sulle assicurazioni italiane e la task force internazionale per la scrittura dei principi di vigilanza per le assicurazioni di tutto il mondo. Tra i suoi saggi sul mondo della finanza ama ricordare il primo: “L’Italia delle banche” (Editori Riuniti), coautore Luciano Barca.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X