I consigli di Sienalibri. Tre volumi da leggere in un sol boccone per chi è affamato di cultura

il 11/05/2009 - Redazione

Ci sono tanti modi per far conoscere un territorio. Quello forse più succulento consiste nell’accompagnare il lettore in un viaggio nella tradizione enogastronomica del territorio stesso, incuriosendolo e solleticandogli i sensi. Per questo motivo Sienalibri.it segnala ai lettori tre libri da mangiare con gli occhi.

Il primo volume è “Ricette senesi. Viaggio alla scoperta della cucina tradizionale e dei vini in terra di Siena” (Aska Edizioni) in cui l’autrice, Sara Testi, raccoglie ricette che ci parlano di un mondo ormai lontani, in cui era importante avere la fantasia per rendere buono e gustoso un pasto partendo dall’elaborazione di ingredienti semplici e naturali, prodotti legati alla coltivazione e alla stagione, che potevano anche diventare monotoni e ripetitivi. Le ricette provengono dalle diverse parti della provincia di Siena, prevalentemente dalle aree rurali, con i suoi poderi, borghi e paesi. Da leggere tutto d’un fiato con tanto di acquolina in bocca anche “Dolcezze di Toscana. La tradizione dolciaria. Storia e ricette” (Edizioni Polistampa) di Giovanni Righi Parenti, che ci porta alla riscoperta di oltre 200 dolci della tradizione toscana, da quelli più famosi (come il panforte, il castagnaccio, i brigidini, i cantucci di Prato), ad altri meno noti ma non meno squisiti: le donzelline, i morselletti, le copate, i cavallucci, i berlingacci, la marmellata di rose. Oltre ad essere un ricchissimo ricettario, il volume è anche un appassionante viaggio nel passato, scritto con un linguaggio genuino come i dolci che descrive, come un piacevole racconto pieno di aneddoti e storie curiose. Spazio poi a bambini di tutte le età con “Il fagiolo magico e altre fiaboricette” (Edizioni Polistampa) di Loredana Limone, originale rivisitazione gastronomica delle fiabe classiche più amate. Vi siete mai chiesti infatti cosa fece Cenerentola quando, tornata dal ballo, vide sparire la bellissima carrozza e si ritrovò con una grande zucca? E i sette nani quando trovarono il cestino con le succose mele, mentre credevano che la loro cara Biancaneve dormisse? Si misero ai fornelli per preparare quei gustosi manicaretti che in questo libro vengono svelati per la prima volta e che possono essere preparati con e per i bambini di ogni famiglia. Non c’è, infatti, strumento migliore di una fiaba per avvicinare i bambini a una nutrizione sana, corretta e variata, senza dimenticare che un bel libro, già di per sé un buon pasto, può rendere particolarmente gustosi alcuni alimenti se sono gli stessi mangiati da prìncipi, principesse, maghi, fate e burattini.

Simona Trevisi

Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X