“In fuga”, incontro con Domenico Manzione a Castelnuovo di Garfagnana il 31 luglio

il 27/07/2016 - Redazione
Un’occasione per parlare di immigrazione e di sbarchi con chi con questo vero e proprio dramma si confronta quotidianamente. Domenica 31 luglio alle ore 18, nella Fortezza di Mont’Alfonso a Castelnuovo di Garfagnana, il sottosegretario agli interni Domenico Manzione sarà ospite della Rassegna Garfagnana Fotografia il cui tema quest'anno è “Popoli in movimento oggi come ieri”. Manzione parteciperà all'evento in veste di autore del romanzo-verità “In fuga” (Pacini Fazzi editore), il cui giovane protagonista Azub vive nel proprio itinerario di speranza verso in una vita migliore tutte le problematicità che stanno alla base del forte flusso migratorio oggi sempre più alla ribalta della cronaca, spesso tragica.  Dopo il saluto del presidente del Circolo Fotocine Pietro Guidugli e l'intervento del sindaco di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi, sarà il giornalista Marco Innocenti a intervistare l'autore sulle tematiche del libro.

Il volume - “E’ abituato a sentirsi chiamare Azub, ma il suo vero nome è Azubnike, un nome che significa il supporto che dà la forza ed è il protagonista  del  romanzo: un giovane in fuga, Azub  ha sedici anni, è nato in un villaggio della Nigeria nord-occidentale, non lontano da Baqa e tutto il poco che aveva gli fu tolto “una bellissima sera di primavera, quando il tempo si fermò”.  Azub “non avrebbe mai dimenticato, dentro l’angolo più profondo e nascosto del suo essere e delle sue viscere, quel rumore terrificante, sordo e scricchiolante al tempo stesso, della lama di acciaio che si abbatte sul dorso di un essere umano trinciando carni e ossa e aprendo squarci raccapriccianti su quel che rimaneva del corpo di quegli uomini e dell’umanità tutta.” E’ la tragedia della violenza che ha segnato il suo popolo e la sua vita costringendolo ad una fuga verso la salvezza. Una fuga che è emblema di tante fughe, insidiata da nuove violenze, da subdole e false proposte di riscatto, da troppi soprusi. Uno sguardo pietoso quello che Manzione rivolge ad Azub  rendendo partecipe il lettore della sofferenza, della violenza subita che si nasconde dietro i volti dei tanti giovani che le nostre coste accolgono.
 
Info - mpf@pacinifazzi.it t. 0583 440188
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X