Inaugurato alla Biblioteca Pietro Leopoldo un “Armadio della memoria” per non dimenticare le stragi toscane

Firenze il 22/11/2019 - Redazione
Il disastro Moby Prince nel mare di Livorno nel 1991, l’incidente ferroviario di Viareggio nel 2009, il naufragio della Costa Concordia davanti all’Isola del Giglio nel 2012. Per non dimenticare le tre stragi che hanno lasciato un segno profondo sulla Toscana, è stato inaugurato alla biblioteca Pietro Leopoldo di Palazzo Cerretani a Firenze l’Armadio della Memoria, uno “spazio dedicato all’archiviazione, sia fisica che digitale, del patrimonio documentale disponibile in merito agli eventi di Livorno, Viareggio e dell’Isola del Giglio, da effettuarsi di concerto con le associazioni dei familiari delle vittime, al fine di contribuire a diffondere una cultura della legalità, dello sviluppo della coscienza civile e democratica nonché della sicurezza nel settore dei trasporti”.

L’armadio della memoria – Si tratta di una stanza all’interno della biblioteca regionale nella quale saranno raccolti libri, atti processuali, articoli di stampa, studi e qualsiasi altro tipo di documentazione e testimonianze relative alle tre drammatiche vicende che hanno ferito la Toscana. Un taglio del nastro al quale, al fianco dell’istituzione regionale, erano presenti i rappresentanti della associazioni dei familiari delle vittime e i rappresentanti dei Comuni di Livorno, Viareggio e del Giglio. “Abbiamo scelto di realizzare qui l’Armadio della Memoria, perché la biblioteca è, per sua natura, il luogo della memoria. E perché questo luogo, che raccoglie la biblioteca della Giunta regionale, quella del Consiglio e le donazioni ricevute, è il luogo dell’identità toscana”, ha detto il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, introducendo la cerimonia di inaugurazione.

Per approfondimenti sul naufragio della Costa Concordia:
Costa Concordia. La storia e il naufragio
Cuore di Giglio
Effetto Concordia
Quella notte al Giglio
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X