L'esordio in giallo del filologo Paduano e la storia di Miss Italia, le perle di Pacini Editore al Pisa Book Festival

Pisa il 01/12/2020 - Redazione
L’esordio in “giallo” del grande filologo classico Guido Paduano e la prima storia sociale del concorso di Miss Italia sono due delle quattro nuovissime perle selezionate fra le molte novità in catalogo che Pacini Editore presenterà al pubblico in occasione del Pisa Book Festival, la fiera nazionale dell’editoria indipendente che si terrà da giovedì 3 a domenica 6 dicembre in versione online sui canali Youtube e Facebook del PBF. Quattro gli appuntamenti con gli autori, sulla pagina facebook di Pacini Editore e sui canali social del Pisa Book Festival.

Il calendario - Giovedì 3 dicembre alle 18 (pagina FB Pacini Editore), Marzia Leprini presenta il saggio “Le olimpiadi della bellezza. Storia del concorso di Miss Italia (1946-1964); venerdì 4 dicembre (pagina FB Pacini Editore), alle 18, Sara Franci e Martina Morandi presentano il libro per bambini “Non sai chi è Petronia” (pagina FB Pacini Editore); sabato 5 dicembre alle 14 (diretta FB e Youtube Pisa Book Festival), Guido Paduano presenta il suo primo giallo-filosofico “Il medico non curante”; domenica 6 dicembre alle 18 (pagina FB Pacini Editore), Stefano Renzoni e Giuseppe Meucci presentano “L’ultimo Novecento. Pisa: eventi e personaggi di un fine secolo” (pagina FB Pacini Editore).

Le olimpiadi della bellezza. Storia del concorso di Miss Italia (1946-1964
) - Scritto da Marzia Leprini, dottore di ricerca in Studi umanistici nell’Università di Urbino Carlo Bo (dove collabora con la Cattedra di Storia contemporanea e si occupa di storia del corpo delle donne), questo libro reimposta la storia sociale di Miss Italia tenendo ferma l’attenzione sulla bellezza. Iniziato con un concorso fotografico nel 1939, diventato Miss Italia nel 1946, grazie al grafico e pittore Dino Villani, il concorso ha proposto all’attenzione degli italiani due tipi di bellezza e due tipi di donna, la bella italiana, prossima fidanzata, poi moglie e madre, e la maggiorata, diva dalla vita sopra le righe.

Non sai chi è Petronia - Venerdì 4 dicembre, alle 18, i più piccoli potranno collegarsi con l’illustratrice Sara Franci e l’autrice Martina Morandi ed entrare nel mondo delle avventure della tartaruga Sardarella protagonista di “Non sai chi è Petronia”, una storia inventata dai bambini per insegnare a tutti noi che per aiutare la nostra tartaruga e tutte le creature del mare è necessario un cambiamento nelle nostre abitudini quotidiane.

Il medico non curante - La diretta sui social del Pisa Book Festival di sabato 5 dicembre alle 14 segnerà l’esordio ufficiale nella narrativa di Guido Paduano, il grande filologo del mondo antico, professore emerito dell’Università di Pisa, ora autore del giallo-filosofico “Il medico non curante”, già campione di recensioni e interesse del pubblico. L’autore sarà intervistato in diretta social da Palazzo Blu dalla giornalista Valeria Caldelli. Il romanzo si muove sullo sfondo della città di Pisa, tra bassifondi e aule universitarie. Sei persone, diverse per età, sesso ed estrazione sociale, muoiono una dopo l’altra in circostanze misteriose. Apparentemente non c’è alcun collegamento fra i decessi, eppure un sottile filo rosso lega i loro destini, una paradossale concezione della felicità, della vita, e della morte di cui si fa portatrice la voce narrante.

L’ultimo novecento - Ancora Pisa, questa volta con la sua storia recente, è al centro di un’altra novità di Pacini Editore che sarà presentata domenica 6 alle 18 sulla pagina facebook della casa editrice. Con “L’ultimo Novecento. Pisa: eventi e personaggi di un fine secolo”, lo storico dell’arte Stefano Renzoni e il giornalista Giuseppe Meucci tornano a raccontare un altro periodo della storia recente della città di Pisa (e d’Italia) attraverso il catalogo (con la prefazione di Enrico Letta) che accompagna la tradizionale mostra che il Museo di Palazzo Blu ogni anno allestisce con una selezione di fotografie tratte dallo sterminato Archivio Frassi, storico foto-reporter de La Nazione, di proprietà della Fondazione Pisa. Si tratta di un affascinante percorso fotografico in tre decenni, tra i ‘70 e i primi ’90: dalla visita a Pisa di Karol Woityla, nel 1989, alle operazioni per il salvataggio della Torre Pendente, e poi la tensione degli anni di piombo, il caso Sofri, il rapimento di Augusto De Megni e persino una inaspettata retrospettiva dedicata alla squadra del Pisa e agli anni del suo indimenticabile e leggendario presidente Romeo Anconetani.
 
Torna Indietro

NEWS

Libri