La rivelazione indiana. L'indagine sulle tradizioni religiose di Simone Weil ricostruita da Vannini e Moser

Firenze il 10/12/2019 - Redazione
Appuntamento per mercoledì 11 dicembre al cinema Odeon con il secondo appuntamento del nuovo ciclo “One World University: incontri tra Oriente e Occidente”. Alle ore 20.15 l’incontro Simone Weil e "La rivelazione indiana" (Le Lettere), curato da Marco Vannini e Sabina Moser. A seguire (ore 21.30) film: Le stelle inquiete di Emanuela Piovano (Italia-Francia, 2010, 87′) – Versione italiana. Durante l’occupazione nazista, Simone Weil, dopo aver lasciato il suo lavoro d’insegnante, volle sperimentare la catena di montaggio.

Il libro - Persuasa che la rivelazione divina non sia esclusiva di un popolo e di un tempo, Simone Weil dedicò gli ultimi anni della sua breve vita (1909-1943) ad un’indagine nelle tradizioni religiose di tutto il mondo, alla ricerca di cosa unisce nella verità le diverse rivelazioni. Si dedicò particolarmente alle grandi filosofie e religioni dell’ India: l’induismo (le Upanishad e la Bhagavad-Gītā – per le quali Simone studiò intensamente il sanscrito), il buddhismo, soprattutto nella sua forma Zen, e, di riflesso, anche il taoismo cinese.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X