Storia di Siena dalle origini ai giorni nostri. La ricostruzione di Mario Ascheri alla biblioteca degli Intronati

Siena il 05/02/2019 - Redazione
La "Storia di Siena dalle origini ai giorni nostri" di Mario Ascheri, riproposta dopo 5 anni dalla prima edizione nella bella collana di storia delle città italiane della Biblioteca dell'Immagine di Pordenone, verrà discussa con l’autore, con la partecipazione di Fabrizio Ricciardelli della sede fiorentina della Kent State University, giovedì 7 febbraio alle ore 17.30, nella sala Storica della Biblioteca degli Intronati (via della Sapienza, 5).
 
Il libro - Il noto esperto di storia del Rinascimento parlerà di Siena come modello repubblicano nelle pagine di Mario Ascheri. “Il libro – come dice lo stesso Ascheri - aggiornato alle elezioni che videro l'ascesa di Bruno Valentini, non fu oggetto di particolare attenzione allora. La città era ancora stordita dalla vicenda drammatica di David Rossi e dalla crisi del MPS. Non era facile cogliere che il libro era una riflessione di lungo periodo sulla storia della città ulteriore rispetto a Siena nella storia dell’anno 2000”. Non tanto un testo sugli eventi, ma sui dati di fondo della storia senese, con la straordinaria importanza del momento associativo, comunitativo, non solo per le contrade. Il largo ceto dirigente ha sempre avuto in passato una composizione variegata che ha consentito una vivacità altrove sconosciuta. Lo attestano i grandi fenomeni religiosi (da S. Caterina agli eretici illustri) e l'arte maggiore e minore, accompagnata da un artigianato d'alto livello che ha dato una facies smart alla città, sentita come una 'capitale', sensibile al tema dell’onore, del prestigio, dell'eccellenza. Non una cronaca, quindi, ma un ripensamento complessivo anche su snodi fondamentali: dalle origini del Comune a Montaperti, dal governo dei Nove alla crisi della Repubblica, senza indulgere su dati ben conosciuti. Altre novità riguardano le origini delle contrade e il grande problema della nobiltà di Siena, irrobustita da un gruppo di famiglie già 'popolari' che hanno connotato fortemente l'identità culturale della città, non per nulla sito Unesco.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X