Testacoda. Francesca Petrucci racconta la nuova indagine del maresciallo Pulvirenti

Pisa il 09/07/2020 - Redazione
Seconda presentazione per l’ultimo romanzo di Francesca Petrucci, “Testacoda”, terzo della serie di gialli dedicati a reati di zoomafia. Sarà l'Atrio di Palazzo Gambacorti, sede del Comune di Pisa (via degli Uffizi 1), che patrocinia l’evento, a ospitare lunedì 13 luglio alle 17 la scrittrice pisana. L’assessore alla cultura Pierpaolo Magnani farà gli onori di casa, mentre il giornalista Michele Taddei di Toscanalibri.it intervisterà l’autrice e il ten. Colonnello dei Carabinieri Forestali Davide Ciccarelli. Le letture di alcuni brani del testo sono affidate alla voce dell’attore Paolo Giommarelli. Il tutto nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, per questo motivo i posti disponibili sono limitati e si consiglia la prenotazione (info@mdseditore.it).
 
Il libro - Protagonista di nuovo il maresciallo dei carabinieri siciliano Vincenzo Pulvirenti: in Purosangue, il primo della serie, si era imbattuto in un’indagine relativa alle corse clandestine di cavalli; nel secondo, Bianconero, si trova a risolvere il mistero della sparizione di un bambino, pescando nella torbida palude dei combattimenti fra cani. In questo terzo episodio, Pulvirenti si troverà invischiato, suo malgrado, in un altro terribile fenomeno legato alla zoomafia: il traffico illegale di cuccioli, ma non solo.  Tornato a Pisa, inizialmente per una vacanza con la famiglia che si trasformerà presto in una vera e propria trasferta di lavoro, dovrà affrontare un’indagine serrata, al fianco, anzi sottoposto, al maggiore dei Carabinieri Forestali Barbara Martini. Riuscirà il maresciallo a trovare un nuovo equilibrio tra la lontananza emotiva della moglie, la ritrovata presenza di Donna Carter e l'impegno nella lotta alla zoomafia? Una trama fitta, dal ritmo crescente, che porta alla luce la crudeltà del traffico illegale di cuccioli, ma anche la difficoltà delle relazioni umane, tra conflitti e tregue, distanze e ravvicinamenti.
 
L’autrice - Francesca Petrucci, pistoiese d'origine, ma pisana d'adozione. Laureata in Lettere antiche, editor, giornalista e scrittrice. Ha pubblicato: Carosello in San Rossore (2009); Curioso, un cavallo all’avventura (2011); Mia story. Dall’abbandono all’amore (2013); Il ghiro Lapo (2014); Bruna. Una maialina per amica (2014); Basta una coda (2015); Purosangue (2016); Il Delfino Arno (2017), Bianconero (2017), Toscana. All’ombra degli etruschi (2018), Giochi d'Arno. Alla scoperta del giugno pisano (2018). Ha partecipato a numerosi testi antologici e premi letterari, cura la rubrica “Compagni di scuderia” (cavallo2000.it) e il blog “Scrivo da cani” (francescapetrucci.it). Divisa fra l'amore per i libri e quello per gli animali, è l'unica persona al mondo che non si offende se le dicono che scrive da cani.
 
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X