Una città di seta. Lucca e la sua tradizione tessile nel saggio di Ludovica Rosati e Ignazio Del Punta

Lucca il 07/02/2018 - Redazione
Venerdì 9 febbraio alle 17,00, il Museo Nazionale Palazzo Mansi ospiterà la presentazione del saggio di Ludovica Rosati e Ignazio Del Punta dal titolo Lucca una città di seta. Produzione, commercio e diffusione dei tessuti lucchesi nel Tardo Medioevo (Pacini Fazzi), realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Dopo i saluti e le introduzioni del Sindaco Alessandro Tambellini, della Direttrice dei Musei Nazionali Rosanna Morozzi, del rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca  Vittorio Armani e della presidente dell'Associazione Lucchesi nel Mondo Ilaria Del Bianco seguiranno le relazioni della prof.ssa Valeria Bertolucci Pizzorusso (Accademica dei Lincei) e del prof. Luca Molà (European University Institute),  alla presenza naturalmente di autori ed editore. La novità della ricerca sta proprio nel diverso ambito di studio della Rosati e di Del Punta che hanno creato nel volume un connubio fra storia economica e storia dell'arte, storia delle tecniche e analisi analitica dei tessuti antichi, consentendo di avere una visione a tutto tondo e di mettere a frutto un reciproco scambio di competenze, sfruttando anche la possibilità di indagare fonti fra loro molto diverse come quelle archivistiche, ma anche materiali, letterarie, iconografiche mondiali.  

Il libro - Il saggio affronta i vari aspetti dell’ industria della seta a Lucca nei suoi primi secoli di sviluppo, tra il tardo Duecento e il pieno Trecento. Lucca infatti non fu solo la prima città del mondo occidentale a raggiungere una produzione di tessuti di lusso in grado di competere a pieno titolo con le tradizionali stoffe orientali, ma grazie alla migrazione dei suoi mercanti e artigiani nel corso del XIV secolo fornì le conoscenze tecniche e organizzative per il decollo della lavorazione serica in altri centri italiani, ponendo le basi di quella che rimase per oltre cinque secoli, fino all’ inizio del Novecento, la principale industria della penisola destinata all’ esportazione.
Torna Indietro

NEWS

Libri

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X