AA VV

La sinistra e Israele

€ 14,00

Casa Editrice: Salomone Belforte & C. Editore

Anno: 2006

N. Pagine: 104

I maggiori esponenti della sinistra italiana e del mondo sindacale, da Piero Fassino a Luigi Angeletti, da Fausto Bertinotti a Antonio Polito, insieme a rappresentanti dello Stato di Israele, si confrontano in un dibattito, tenutosi a Roma il 24 novembre 2005 (promosso da Il Riformista, libetàEGUALE, dall’associazione Appuntamento a Gerusalemme e dall’Associazione Romana Amici d’Israele) e di cui questo volume è il resoconto. La discussione affronta i temi dei rapporti tra la sinistra italiana e Israele, rintracciando le circostanze e le ragioni delle posizioni di frattura, analizzando le pregiudiziali e l’ideologia alla base della condanna d’Israele e del sionismo. Di fondo vi è la proposta di una linea interpretativa del conflitto arabo-israeliano basata sul riconoscimento delle ragioni della democrazia in Medioriente. Ragioni che se fino a ieri hanno trovato radici e motivi di sviluppo nella sola società israeliana, oggi emergono con sempre maggior evidenza come riferimenti e fonte d’ispirazione per la costruzione della pace e di società più giuste e libere per l’intera regione. “La formula “due popoli due Stati” – scrive Anna Borioni, promotrice di Appuntamento a Gerusalemme e organizzatrice del seminario – non ci basta più. Bisogna elevare l’obiettivo a “due popoli, due Stati democratici”.
Di estremo interesse la posizione di Fausto Bertinotti, all’epoca del seminario segretario di Rifondazione comunista, che per la prima volta denuncia il duplice vizio nei confronti di Israele, quello degli Stati arabi che l’hanno sempre considerato uno Stato illegittimo, e quello della sinistra che ha sempre visto nel sionismo il braccio armato dell’imperialismo.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Salomone Belforte & C. Editore
Codice 88-7467-023-0

Salomone Belforte & C. Editore

La casa-editrice Salomone Belforte & C. viene fondata nel 1834 a Livorno, ma è già attiva dal 1805 nella pubblicazione di libri ebraici. Dal 2001, insieme all'antico nome cancellato dalle leggi razziali, riprende l'attività editoriale, sia nel campo della cultura ebraica, sia nel campo della letteratura, dell'arte, della storia livornese. Salomone Belforte &... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X