AA VV

Racconti magici islandesi

€ 16,50

Casa Editrice: Tarka Edizioni

Anno: 2019

N. Pagine: 256

Formato: 14x21

A cura di Jón Arnason e Magnús Grimsson

L’Islanda è una grande, arida isola vulcanica, sul limitare dell’Oceano Artico. Geograficamente parlando, è una terra piuttosto recente, dalla quale non sono ancora scomparsi del tutto i ghiacciai dell’ultima era glaciale. Qui la vita dell’uomo, esposta com’è alle forze elementari della tempesta, del gelo e dei fuochi vulcanici, è sempre stata una lotta per sopravvivere, e tale in verità è ancora oggi, nonostante gli aiuti che può fornire la tecnologia moderna. Così, al di fuori di questo suo ambiente — spesso ostile, benché talvolta mite e benevolo, mai prevedibile e sempre pieno di pericoli nascosti — nella solitudine dei grandi spazi deserti, l’islandese si è creato una moltitudine di strani vicini. La paura abita le alte rocce, dove i troll sono in agguato per sorprendere il viaggiatore solitario. Rupi e colline, familiari punti di riferimento, sono la dimora di un popolo nascosto: gli elfi, che vivono come gli uomini, hanno le loro fattorie, le loro chiese, i loro funzionari e i loro preti, le loro ricchezze e il loro bestiame. Questo amalgama d’immaginazione e di concreto realismo è una qualità comune a ogni tipo di racconto popolare islandese e dovrebbe essere considerata una delle caratteristiche più rilevanti di questa letteratura. Qui, i palazzi fiabeschi somigliano molto alle più ricche fattorie, con il re che conta le sue pecore e i suoi armenti come un agricoltore islandese di collina. Il demonio e i suoi diavoletti brillano spesso più per la loro credulità che per la loro malizia. Trolls e mostri hanno comportamenti casalinghi e quotidiani. Gli elfi vivono, muoiono e agiscono in tutto e per tutto come gli esseri umani, mentre i fantasmi sono di natura stranamente materiale, dato che picchiano di santa ragione le loro vittime, si mostrano soggetti anch’essi alla debolezza della carne e mangiano, sentono dolore e addirittura soffrono il mal di mare. In questo mondo del racconto popolare islandese, così strettamente imparentato con il nostro imperfetto mondo di pericoli naturali e frustrazioni umane, troviamo una parabola ampliata dei nostri sentimenti di fronte alla vita, alla fortuna, alla rovina e alla morte.
 
Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Tarka Edizioni
Codice 978-88-99898-91-5

Tarka Edizioni

Tarka è una nuova avventura editoriale intrapresa da Franco Muzzio assieme ad alcuni collaboratori che avevano già lavorato con lui in passato per la Franco Muzzio editore. Ambiente e cultura del territorio: è il leit motiv. Una decina di collane e cento titoli ad oggi in catalogo fra cui spiccano la collana universo locale che si propone di far emergere i valori universali... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X