Muratori. Una commedia divertente al Teatro dei Rozzi il 17 dicembre

Siena il 20/11/2022 - Redazione
In occasione del consueto scambio di auguri per le festività natalizie, sabato 17 dicembre alle ore 21, Ance Siena, Associazione nazionale costruttori edili, mette in scena al Teatro dei Rozzi di Siena, con il patrocinio del Comune, “Muratori” di Edoardo Erba, una commedia divertente a cura del Teatrino dei Fondi. Regia di Enrico Falaschi con Alberto Ierardi, Marta Paganelli e Giorgio Vierda. Si tratta di un testo ventennale, scritto nel 2002, oggi sempre più attuale. Dopo una versione romana, una friulana e una campana, arriva, per la prima volta sulla scena, quella toscana.
 
Lo spettacolo - La scelta del “toscano” è dettata dalla territorialità della compagnia Teatrino dei Fondi: i protagonisti, i due muratori utilizzano un linguaggio quotidiano, gergale, che avvicina in modo immediato gli attori agli spettatori che fruiscono lo spettacolo. In un’ambientazione notturna, due muratori fanno irruzione in una sala teatrale in disuso per chiudere con un muro il palcoscenico, per allargare, su incarico dell’unico proprietario, gli spazi del contiguo esercizio commerciale. Il lavoro, ovviamente abusivo, va fatto in fretta e in silenzio. I due operai si impegnano con tutte le loro forze per completare l’opera prima che sia giorno. Ma non hanno calcolato che il teatro è un luogo magico in grado di schiudere grandi emozioni, risvegliare i sogni… I personaggi mostrano i loro desideri, ciò che ciascuno di noi potrebbe desiderare per portare a compimento la propria esistenza, sia nell’ambito lavorativo che sentimentale. Ci rivelano come la realizzazione dei propri desideri si scontra, talvolta, con le difficoltà che la vita materiale ci pone difronte. Uno spettacolo comico e al tempo stesso serio e poetico che ci fa riflettere sulla difficile condizione attuale del teatro, che senza troppe remore, talvolta, può essere distrutto per dare spazio a qualcosa di più utile…

Edoardo Erba (Pavia, 1954) è un autore italiano. Maratona di New York (1993) è il suo lavoro teatrale più conosciuto, tradotto in diciassette lingue e rappresentato in tutto il mondo, ma la sua drammaturgia comprende oltre trenta titoli, molti dei quali sono stati successi della scena italiana e internazionale. Come narratore ha pubblicato un romanzo, Ami (2019) edito da Mondadori. Fra i suoi testi si segnalano in particolare Muratori (2002), un “cult” replicato per sedici stagioni consecutive, Margarita e il Gallo, vincitore degli Olimpici del Teatro nel 2007, e Utoya (2015) che da cinque stagioni raccoglie consensi. Ma non vanno dimenticati la novità Maurizio IV (2019), l’inquietante Rosalyn (2017), il poliedrico Nove (2015), il toccante Tante belle cose (2011) e ancora Trote (2010), Michelina (2009), Dramma Italiano (2006), Animali nella nebbia (2005), Senza Hitler (Premio Riccione 2001), Venditori (premio Enrico Maria Salerno 1999), e Vizio di Famiglia (Premio Riccione 1993), a testimonianza di un talento che da quasi trent’anni si esprime costantemente.
 
Infosiena.ance.it | Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
Per prenotazioni:
redazione@toscanalibri.it
Whatsapp +39 379.1789747
 

Download

Dossier
Torna Indietro

NEWS

Libri

x

Continuando la navigazione o chiudendo questa finestra, accetti l'utilizzo dei cookies.

Questo sito o gli strumenti terzi qui utilizzati utilizzano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
x