Chi è lo scrittore?

Serena Bedini

07/12/2022

Dici che sei uno scrittore e tutti si immaginano una vita grama, in una soffitta, consumata tra pagine redatte al lume di candela, mentre dall’abbaino si intravedono poche timide stelle. Dici che sei uno scrittore e tutti ti guardano con commiserazione, senza nemmeno sforzarsi di dissimulare il loro sconcerto e la loro incredulità. Il motivo di questo tipo di atteggiamento è da ricercarsi nell’ideale romantico di scrittore, quello appunto che, sospinto da un’ispirazione improvvisa, non riesce a reprimere l’impulso di scrivere e lo fa a scapito di rapporti sociali, stile di vita sano e guadagni. Ecco, consentitemi: è un tipo di visione un po’ sorpassato. Chi scrive oggi, se non è un autore di bestseller, ha perlomeno un lavoro che possa mantenerlo e la scrittura diviene un’attività da svolgersi con dedizione nei momenti che riesce a ricavare durante la settimana. Allora, più dell’ispirazione, occorre la disciplina perché la scrittura, come ogni arte, richiede studio, lavoro e fatica. Nessuno diventa scrittore prima di aver fatto vari tentativi e per essere un vero scrittore non basta aver pubblicato un libro. Scrivere è un’attività che deve essere presente nella nostra quotidianità, non può venir dimenticata o lasciata da parte in favore di altre, ma si nutre delle esperienze che facciamo, dei rapporti interpersonali che abbiamo, delle situazioni che quotidianamente viviamo o con le quali veniamo a contatto anche in modo indiretto. Lo scrittore non è un eremita, né uno squattrinato bohémien; non per forza è un caffeinomane, un insonne o una persona che vive al limite della normalità. Per dirla con Jack London, uno scrittore perché sia veramente bravo, necessita di avere pancia e tasche piene: solo così la sua mente sarà fervida di idee, reattiva e non cadrà in facili tranelli. Tenete bene in testa che all’ispirazione deve seguire la disciplina, alla capacità di astrazione deve essere unito uno stile di vita sano: tra gli zombie non si registrano ancora autori di bestseller.

Seguimi su Instagram: @scriviconlaprof
 
Torna Indietro
Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196

Serena Bedini

Serena Bedini
È nata a Firenze nel 1978; si è laureata con 110/110 e lode in Filologia Moderna nel 2005 presso l’Università degli Studi di Firenze. È scrittrice, giornalista, docente di Scrittura Creativa presso la LABA, Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, addetta stampa presso ISIA Firenze. Ha pubblicato opere di saggistica e narrativa, tra cui Racconto e storytelling. Attualità e forme del narrare (Franco Cesati Editore, 2018), Storie di Firenze (Odoya Edizioni, 2019), Scrittori sulla scrittura (Odoya Edizioni, 2020), L’avventura del viaggio (Odoya Edizioni, 2021), Scrivere d’arte (78 Edizioni, 2021), Notturno con fuga (Ensemble Edizioni, 2021). Dal 2006 a oggi suoi interventi e recensioni sono apparsi su varie riviste letterarie e d’arte, tra cui Toscanalibri.it, Rassegna della Letteratura Italiana, Nuova Antologia, Il Portolano, Qui Libri – La Rivista di chi legge, Leggere:...
Vai all' Autore

Libri in Catalogo

NEWS

x

Continuando la navigazione o chiudendo questa finestra, accetti l'utilizzo dei cookies.

Questo sito o gli strumenti terzi qui utilizzati utilizzano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
x