Andrea Baboni

Mario Puccini. Il colore dopo la macchia

€ 12,00

Casa Editrice: Edizioni Polistampa

Anno: 2009

N. Pagine: 128

Formato: 17x24

Definito dalla letteratura critica “il Van Gogh livornese”, Mario Puccini incarna la parabola dell’artista “selvaggio”, anche a causa della parentesi esistenziale segnata, nell’ultimo decennio dell’Ottocento, dal ricovero nell’ospedale psichiatrico di Siena. Sostenuto e stimato dai protagonisti più illuminati del mercato artistico toscano dell’epoca, da Angelo De Farro a Romolo Monti, da Mario Galli a Gustavo Sforni, l’artista consegue progressivamente un proprio riscatto personale e professionale. Emblema della sua produzione, intrisa di violenti cromatismi e drammi sentimentali, possono considerarsi le numerose versioni delle scogliere del Lazzaretto di Livorno, trasfigurate da vortici di arancio infuocato.

Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Edizioni Polistampa
Codice 978-88-564-0076-2

Andrea Baboni

storico della pittura italiana dell’Ottocento, responsabile di Christie’s Italia per l’arte del XIX secolo, è il maggior esperto di Giovanni Fattori del nostro Paese. È stato inoltre curatore, in collaborazione con Giorgio Cortenova, della mostra antologica Giovanni Fattori, tenuta alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Forti a Verona, trasferita poi al Museo... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

x

Continuando la navigazione o chiudendo questa finestra, accetti l'utilizzo dei cookies.

Questo sito o gli strumenti terzi qui utilizzati utilizzano cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
x