Silvio Longhi

è nato a Firenze nel 1932. Psichiatra e psicoterapeuta, da sempre attratto dalle cose del passato, tra libri, cimeli e stampe, per un quarto di secolo ha collezionato sciabole europee di cavalleria e armi bianche da duello e da scherma, formandosi una solida conoscenza teorica e pratica dei materiali e dei modi di fabbricazione. Una passione che lo ha condotto allo studio della scherma antica e delle consuetudini cavalleresche, tradottosi in numerose pubblicazioni, tra cui Il duello dipinto di Castiglione del Lago (1998) e le edizioni dei trattati di scherma di Marco Docciolini, del 1601 (2003), e di Antonio Manciolino, del 1531 (2008), quest’ultimo in collaborazione con Serena Pivotti. La maggior parte della sua raccolta di armi e accessori, donata all’Accademia della scherma “Andrea Felli” di Busto Arsizio, è andata a costituire l’importante nucleo primario della sezione museale dell’“Agorà della scherma”, primo e al momento unico Centro nazionale di arte, scienza, storia e cultura dedicato alla nobile disciplina.

Torna Indietro

Libri in Catalogo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X