Giuseppina Carla Romby - Carla Sodini

Firenze militare negli anni della capitale (1865-1871)

€ 22,00

Casa Editrice: Angelo Pontecorboli Editore

N. Pagine: 196

Formato: 16X23

Luoghi e spazi delle Forze Armate all’interno della città
Questo studio propone una lettura complessiva dell’incidenza del “militare” sulla città negli anni in cui svolse il ruolo di capitale dello stato unitario sia dal punto di vista sociale che urbanistico. Su come, cioè, il recupero e l’occupazione di tanti edifici da parte delle Forze Armate cambiarono sostanzialmente il modo di vivere e percepire la città. Prende inoltre in esame le vicende per il riadattamento di importanti edifici, soprattutto conventi e monasteri, alle necessità delle Forze Armate nell’incandescente atmosfera di una Firenze-cantiere dove l’urgenza e la rapidità di realizzazione avevano un ruolo fondamentale, spesso a svantaggio di una già scarsa sensibilità conservativa. L’impegno fondamentale di questo lavoro si risolve in un quadro d’insieme dove il ruolo non solo propagandistico ma anche civile della componente militare viene sottolineato in tutte le sue declinazioni soprattutto dopo l’esito fallimentare della guerra del 1866. Nessun altro Ministero come quello della Guerra aveva occupato tanti ambienti e strutture impadronendosi, talvolta, anche di alcuni spazi di rappresentanza, come le Cascine, che facevano parte dell’ex tradizione militare leopoldina. In definitiva il nuovo esercito italiano si era impadronito di tutte le strutture appartenute alla tradizione militare toscana, dai Medici ai Lorena, adeguandole alle nuove esigenze della capitale intesa anche come centro strategico nazionale. Con due sole nuove realizzazioni: la sede del Ministero della Guerra e il Campo di Marte. Il primo, creato dalla completa ristrutturazione del convento di S.ta Caterina, testimoniava con la sua imponenza, il ruolo importante della componente militare nel nuovo stato, il secondo la convergenza degli interessi fra l’elemento civile e quello militare secondo una strategia politica che individuava nell’esercito uno strumento di unificazione e di identità nazionale.
Lascia un Commento

Scrivi un commento

Scrivi le tue impressioni e i commenti,
verranno pubblicati il prima possibile!

Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D. lgs. 30 giugno 2003, n.196
Casa Editrice Angelo Pontecorboli Editore
Codice 978-88-3384-014-7

Angelo Pontecorboli Editore

Casa Editrice con sede a Firenze. Propone pubblicazioni ad alto contenuto scientifico nei settori dell'Architettura, dell'Antropologia, delle Scienze Umane e pubblicazioni su Firenze e la Toscana. 
La Casa Editrice pubblica numerose collane specialistiche e periodici.
Nel settore dell'Architettura vengono pubblicati i quaderni: Architettura & Arte e Giardino e Architettura. 
Nel... Vai alla scheda editore >

Vai ai libri dell'editore

Carla Sodini

Docente di Storia Moderna e Storia Militare presso l’Università degli Studi di Firenze, i suoi interessi si concentrano sulla storia sociale della guerra nel corso dei secoli XVII-XX. Autrice di un libro e alcuni saggi sulla storia militare del granducato di Toscana, ha condotto studi e realizzato mostre, in Italia, Stati Uniti (Accademia di West Point) e Cina (a Nanchino e Xi’an)... Vai alla scheda autore >

Vai ai libri dell'autore

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X