Cristina Acidini

È nata a Firenze, dove vive e lavora. Storica dell’arte e scrittrice, ha diretto l’Opificio delle Pietre Dure e dal 2006 è soprintendente del Polo Museale Fiorentino, che riunisce gli oltre venti musei d’arte e giardini storici statali della città e del suo territorio. Della sua esperienza fanno parte viaggi e soggiorni all’estero e specialmente negli Stati Uniti dove, in qualità di Eisenhower Fellow, ha studiato il funzionamento dei musei d’arte, comunicando informazioni e impressioni in un libro del 1999, Il museo d’arte americano: Dietro le quinte di un mito. Ha fatto e fa parte di commissioni ministeriali e associazioni internazionali. Ha ricevuto riconoscimenti di vario genere, come il Premio Salimbeni, Nelli Award, Firenze donna. Ha messo le sue capacità letterarie al servizio della professione, scrivendo e curando libri sulla committenza d’arte dei Medici, sugli artisti della Firenze rinascimentale e specialmente su Michelangelo scultore e pittore; ma ha compiuto anche un paio d’incursioni nel campo della narrativa, con due apprezzati romanzi. Nell’occuparsi in più occasioni di restauro, ha acquisito conoscenza e passione per la tecnica artistica dell’affresco, profondamente radicata nella tradizione toscana. In questo libro il suo contributo più esteso riguarda appunto l’attività di Luciano Guarnieri come frescante, così da valorizzare pienamente la maestria dell’artista in questa antica tecnica, che costituisce un’autentica sfida per chi voglia praticarla, come ha fatto appunto Guarnieri, a livelli d’eccellenza.
Torna Indietro

Libri in Catalogo

NEWS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X