• darkblurbg

    CONFERENZE DI FILOSOFIA

    A Rosignano Marittimo dal 20 ottobre al 24 novembre

    Leggi la notizia
  • darkblurbg

    PASSEGGIATE D'AUTORE

    A Siena da ottobre 2017 a febbraio 2018

    LEGGI LA NOTIZIA

LETTURE E INCONTRI

In offerta

SCRITTI

Array ( [1508510611] => Array ( [title] => Ambrogio Lorenzetti “una mostra le sue ragioni”. I curatori spiegano l’esposizione-evento [desc] =>

 di Alessandro Bagnoli, Roberto Bartalini, Max Seidel Per quanto a prima vista possa sembrare un’affermazione paradossale, Ambrogio Lorenzetti è un artista poco conosciuto. Il paradosso sta nel fatto che fu senz’altro uno degli artisti più importanti nell’intera Europa tardo-medievale e fu presto celebre presso gli scrittori d’arte (grazie ai Commentarii del grande scultore rinascimentale Lorenzo […]

The post Ambrogio Lorenzetti “una mostra le sue ragioni”. I curatori spiegano l’esposizione-evento appeared first on agenziaimpress.it.

[link] => http://www.agenziaimpress.it/news/cultura/ambrogio-lorenzetti-mostra-le-sue-ragioni-curatori-spiegano-lesposizione-evento/ [date] => Fri, 20 Oct 2017 14:43:31 +0000 [cat] => ) [1508506720] => Array ( [title] => Ambrogio, pittore ideologo. A Siena la mostra su Lorenzetti. Quando l’arte raffigurava il Buon Governo [desc] =>

Apertura straordinaria stamani per la stampa e nel pomeriggio per la visita privata del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di “Ambrogio Lorenzetti”, la mostra-evento dedicata al grande artista senese del Trecento (scarica info orari e biglietti). In esposizione oltre al ricco patrimonio di opere presenti a Siena (circa il 70 per cento delle opere attribuite […]

The post Ambrogio, pittore ideologo. A Siena la mostra su Lorenzetti. Quando l’arte raffigurava il Buon Governo appeared first on agenziaimpress.it.

[link] => http://www.agenziaimpress.it/news/cultura/ambrogio-lorenzetti-pittore-ideologo-siena-la-mostra-lorenzetti-larte-raffigurava-buon-governo/ [date] => Fri, 20 Oct 2017 13:38:40 +0000 [cat] => ) [1508505967] => News Object ( [img_dir] => img_news [all_dir] => all_news [orm] => ORM Object ( [_connection_name:protected] => default [_table_name:protected] => NEWS [_table_alias:protected] => [_values:protected] => Array ( ) [_result_columns:protected] => Array ( [0] => * ) [_using_default_result_columns:protected] => 1 [_join_sources:protected] => Array ( ) [_distinct:protected] => [_is_raw_query:protected] => [_raw_query:protected] => [_raw_parameters:protected] => Array ( ) [_where_conditions:protected] => Array ( ) [_limit:protected] => [_offset:protected] => [_order_by:protected] => Array ( ) [_group_by:protected] => Array ( ) [_having_conditions:protected] => Array ( ) [_data:protected] => Array ( [ID] => 9958 [PROD_ID] => [FIRMA_ID] => [AUTORE_ID] => [LUOGHI_ID] => 1 [DATA_INIZIO] => 2017-10-20 15:26:07 [DATA_FINE] => [ATTIVA] => 1 [HOME] => 0 [CULTURA] => 1 [SPETTACOLI] => 0 [ORDINE] => 1 [NEWS] => [LIBRO] => [NEWS_ID] => 9958 [LINGUA_ID] => 1 [NOME] => La devozione privata a Siena, apertura straordinaria della Cappella del Taja [DESCRIZIONE] => La Cappella del Taja in palazzo Barabesi è uno dei più significativi esempi di devozione privata a Siena. Preziosa testimonianza della religiosità di una famiglia nobile, i del Taja, che realizzano all’interno del proprio edificio, con ingresso principale in via Montanini, un luogo di culto caratterizzato dalla organicità delle sue decorazioni e dalle suppellettili a contorno delle opere d'arte. Normalmente chiusa al pubblico, la cappella sarà aperta al pubblico questo fine settimana (sabato 21 ottobre ore 14.30 - 17.30 e domenica 22 ottobre ore 10.00 - 13.00, ingresso gratuito) grazie a “La Storia per immagini. Vita quotidiana e paesaggio a Siena e nel suo territorio”.
 
Altre aperture straordinarie - Aperure straordinarie anche per il Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla e la chiesa di Santa Maria delle Nevi. Tutti i luoghi saranno visitabili sabato 21 ottobre dalle ore 14.30 alle 17.30 e domenica 22 ottobre dalle ore 10.00 alle 13.00. L’ingresso è gratuito.
Palazzo Chigi Piccolomini, risalente al XVI secolo, è esemplare per i suoi interni di palazzo nobiliare cinquecentesco, con i suoi saloni riccamente affrescati e dedicati ad episodi della mitologia e della storia antica. La chiesa di Santa Maria delle Nevi è, invece, un esempio compiuto della raffinata progettazione architettonica di Francesco di Giorgio, punto focale del paesaggio urbano cittadino, lungo l'asse della via Francigena.
  [SLUG] => la-devozione-privata-a-siena-apertura-straordinaria-della-cappella-del-taja [URL_VIDEO] => [SEO_TITLE] => La devozione privata a Siena, apertura straordinaria della Cappella del Taja [SEO_DESCRIPTION] => [JOINED_ID] => 9959 [LUOGO] => siena [AUTORE] => [AUTORESLUG] => ) [_dirty_fields:protected] => Array ( ) [_expr_fields:protected] => Array ( ) [_is_new:protected] => [_instance_id_column:protected] => ID ) ) [1508427030] => Array ( [title] => Muore il regista di Er Monnezza. Lo scorso anno aveva ritirato il premio nella sua città natale [desc] =>

L’ultima uscita pubblica nella sua città è stata segnata con un riconoscimento e una battuta. «L’assassino torna sempre sul luogo del delitto», disse un anno fa Umberto Lenzi, ricevendo il Premio Città di Massa Marittima. È da questi colli maremmani che era infatti iniziata l’avventura del regista divenuto un mentore del genere poliziesco, scrittore poi […]

The post Muore il regista di Er Monnezza. Lo scorso anno aveva ritirato il premio nella sua città natale appeared first on agenziaimpress.it.

[link] => http://www.agenziaimpress.it/in-evidenza/muore-regista-er-monnezza-umberto-lenzi-cinema-lo-scorso-anno-ritirato-premio-nella-sua-citta-natale/ [date] => Thu, 19 Oct 2017 15:30:30 +0000 [cat] => ) [1508334218] => Array ( [title] => La voce della Toscana popolare. Premio Parodi a Giuditta Scorcelletti, migliore interprete [desc] =>

In memoria di Andrea Parodi, il cantante dei Tazenda prematuramente scomparso, da dieci anni in Sardegna si tiene l’unico contest italiano dedicato alla musica popolare, oggi chiamata con il termine di world music. Due giorni di musica e ritmi tradizionali, non solo nazionali, si confrontano e gareggiano in uno scambio di relazioni e sonorità che […]

The post La voce della Toscana popolare. Premio Parodi a Giuditta Scorcelletti, migliore interprete appeared first on agenziaimpress.it.

[link] => http://www.agenziaimpress.it/in-evidenza/la-voce-della-toscana-popolare-premio-parodi-giuditta-scorcelletti-migliore-interprete/ [date] => Wed, 18 Oct 2017 13:43:38 +0000 [cat] => ) [1508331550] => News Object ( [img_dir] => img_news [all_dir] => all_news [orm] => ORM Object ( [_connection_name:protected] => default [_table_name:protected] => NEWS [_table_alias:protected] => [_values:protected] => Array ( ) [_result_columns:protected] => Array ( [0] => * ) [_using_default_result_columns:protected] => 1 [_join_sources:protected] => Array ( ) [_distinct:protected] => [_is_raw_query:protected] => [_raw_query:protected] => [_raw_parameters:protected] => Array ( ) [_where_conditions:protected] => Array ( ) [_limit:protected] => [_offset:protected] => [_order_by:protected] => Array ( ) [_group_by:protected] => Array ( ) [_having_conditions:protected] => Array ( ) [_data:protected] => Array ( [ID] => 9952 [PROD_ID] => [FIRMA_ID] => [AUTORE_ID] => [LUOGHI_ID] => 1 [DATA_INIZIO] => 2017-10-18 14:59:10 [DATA_FINE] => [ATTIVA] => 1 [HOME] => 0 [CULTURA] => 1 [SPETTACOLI] => 0 [ORDINE] => 1 [NEWS] => [LIBRO] => [NEWS_ID] => 9952 [LINGUA_ID] => 1 [NOME] => “Un patrimonio di tutti”, arte e cultura al servizio dell’integrazione [DESCRIZIONE] => L’arte e il patrimonio culturale a Siena come sinonimi d’integrazione e inclusione sociale. E’ il progetto “Un patrimonio di tutti. Incontri interculturali nella città di Siena” al via da giovedì 19 ottobre che mira a diffondere la conoscenza e la consapevolezza del ricco patrimonio artistico e culturale nei cittadini di origine straniera residenti in Italia. L’idea, all’interno del progetto MuSST (Musei e sviluppo di sistemi territoriali), finanziato dal Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo e curato dalla Pinacoteca Nazionale di Siena - Polo Museale della Toscana, nasce dalla consapevolezza che, se per le seconde generazioni il contatto con il patrimonio culturale può avvenire attraverso la scuola, sono molti gli adulti di origine straniera che non conoscono i principali musei e siti della città di Siena, per il persistere di barriere alla visita di tipo linguistico, comunicativo e culturale. L’educazione al patrimonio culturale, inoltre, può efficacemente connettersi alle politiche di inclusione sociale.
 
Formazione per gli operatori - Il primo “passo” del progetto “Un patrimonio di tutti” sarà dedicato alla formazione: giovedì 19 ottobre dalle 17.30 nei locali della Pinacoteca Nazionale, in collaborazione con il PEZ (Progetto Educativo Zonale), un incontro per insegnanti e operatori culturali e museali con Simona Bodo, Silvia Mascheroni e Maria Grazia Panigada, tra le maggiori esperte in Italia dei rapporti tra patrimonio culturale e educazione interculturale. L’incontro dal titolo “L’educazione ai patrimoni in chiave interculturale per giovani in formazione e comunità cittadine” è realizzato nell’ottica di instaurare un dialogo più intenso tra il settore dell’educazione e quello dei musei.
 
Visite per residenti di origine straniera - Una linea di attività dello stesso progetto riguarderà poi le comunità straniere stabilmente residenti a Siena.  La Pinacoteca Nazionale realizzerà due percorsi di visita tematici per l’Associazione Siena Perù, che comprende adulti e gruppi familiari (domenica 12 novembre) e per l’Associazione Rumeni a Siena e Amici, in gran parte formata da donne che lavorano come badanti (domenica 26 novembre). Concepite come primo incontro con il patrimonio, le visite sono co-progettate con le rispettive associazioni, tenendo conto delle conoscenze di partenza dei partecipanti e coinvolgendo quando necessario i mediatori linguistico-culturali. I temi del MuSST, paesaggio e vita quotidiana, saranno il filo conduttore per un’esplorazione dei dipinti quanto più possibile partecipata e interattiva, che metta in gioco  confronti con le culture di origine dei partecipanti.
 
“L’arte che accoglie” i richiedenti asilo - All’interno del programma “Un patrimonio di tutti” si sono inoltre ideate azioni specifiche per i richiedenti asilo, riunite sotto il titolo “L’arte che accoglie”. Le attività prenderanno il via tra novembre e dicembre e sono progettate in collaborazione con Oxfam Italia Intercultura, associazione LiMo e Circolo Arci Blue Train, Poggibonsi, organizzazioni che a Siena e in provincia gestiscono strutture di accoglienza e corsi di lingua per richiedenti asilo, provenienti da Burkina Faso, Mali, Ghana, Siria e altri paesi. Gli operatori culturali collaboreranno con i docenti dei corsi di italiano seguiti dagli ospiti per la sperimentazione di percorsi di scoperta del patrimonio nel complesso di Santa Maria della Scala, luogo storicamente dedicato all’accoglienza. Tra gli obiettivi, offrire primi strumenti per la conoscenza della città, presentare elementi di cultura e di civilizzazione del paese che accoglie, sperimentare un incontro tra culture dove, attraverso la partecipazione attiva dei destinatari, si possano confrontare pratiche, tradizioni, valori dei paesi di origine e di quello che accoglie.
 
Info - Per maggiori informazioni sul progetto si può contattare Marzia Minore (musstsiena@gmail.com; marzia.minore@gmail.com) [SLUG] => un-patrimonio-di-tutti-arte-e-cultura-al-servizio-dell-integrazione [URL_VIDEO] => [SEO_TITLE] => “Un patrimonio di tutti”, arte e cultura al servizio dell’integrazione [SEO_DESCRIPTION] => L’arte e il patrimonio culturale a Siena come sinonimi d’integrazione e inclusione sociale. E’ il progetto “Un patrimonio di tutti. Incontri interculturali nella città di Siena” al via da giovedì 19 ottobre che mira a diffondere la conoscenza e la consapevolezza del ricco patrimonio artistico e culturale nei cittadini di origine straniera residenti in Italia. [JOINED_ID] => 9953 [LUOGO] => siena [AUTORE] => [AUTORESLUG] => ) [_dirty_fields:protected] => Array ( ) [_expr_fields:protected] => Array ( ) [_is_new:protected] => [_instance_id_column:protected] => ID ) ) [1508242553] => Array ( [title] => Omaggio al compositore. Celebrazioni per ricordare Pietro Grossi, il sindaco: «Fu pioniere della musica elettronica» [desc] =>

“1917-2017 Pietro Grossi. L’istante zero” è il progetto speciale promosso dal Comune di Firenze per celebrare il centenario della nascita del grande compositore (Venezia, 1917 –  Firenze, 2002), fondatore dello Studio di Fonologia Musicale di Firenze S 2F M (1963), pioniere italiano della musica elettronica e della computer music. Il via alla celebrazioni è stato dato […]

The post Omaggio al compositore. Celebrazioni per ricordare Pietro Grossi, il sindaco: «Fu pioniere della musica elettronica» appeared first on agenziaimpress.it.

[link] => http://www.agenziaimpress.it/in-evidenza/omaggio-al-compositore-celebrazioni-al-via-ricordare-pietro-grossi-sindaco-fu-pioniere-della-musica-elettronica/ [date] => Tue, 17 Oct 2017 12:15:53 +0000 [cat] => ) [1507885472] => News Object ( [img_dir] => img_news [all_dir] => all_news [orm] => ORM Object ( [_connection_name:protected] => default [_table_name:protected] => NEWS [_table_alias:protected] => [_values:protected] => Array ( ) [_result_columns:protected] => Array ( [0] => * ) [_using_default_result_columns:protected] => 1 [_join_sources:protected] => Array ( ) [_distinct:protected] => [_is_raw_query:protected] => [_raw_query:protected] => [_raw_parameters:protected] => Array ( ) [_where_conditions:protected] => Array ( ) [_limit:protected] => [_offset:protected] => [_order_by:protected] => Array ( ) [_group_by:protected] => Array ( ) [_having_conditions:protected] => Array ( ) [_data:protected] => Array ( [ID] => 9944 [PROD_ID] => [FIRMA_ID] => [AUTORE_ID] => [LUOGHI_ID] => 1 [DATA_INIZIO] => 2017-10-13 11:04:32 [DATA_FINE] => [ATTIVA] => 1 [HOME] => 0 [CULTURA] => 1 [SPETTACOLI] => 0 [ORDINE] => 1 [NEWS] => [LIBRO] => [NEWS_ID] => 9944 [LINGUA_ID] => 1 [NOME] => La storia per immagini. Apertura straordinaria della Villa di Vignano che fu di Cesare Brandi [DESCRIZIONE] => La Villa di Vignano, alle porte di Siena, venne donata allo Stato dal suo ultimo proprietario, il celebre critico e storico dell’arte Cesare Brandi, fondatore nel 1938 con Giulio Carlo Argan dell'Istituto Centrale del Restauro. L'edificio, normalmente chiuso al pubblico, sarà aperto questo fine settimana (sabato 14 ottobre ore 14.30 - 17.30 e domenica 15 ottobre ore 10.00 - 13.00, ingresso gratuito) grazie a “La Storia per immagini. Vita quotidiana e paesaggio a Siena e nel suo territorio”. Di impianto cinquecentesco, il disegno è attribuito all'architetto rinascimentale Baldassarre Peruzzi, la casa museo è ancora arredata con il mobilio originale del Settecento, epoca in cui fu acquistata dalla famiglia Brandi. Qui il celebre storico dell’arte amava ritirarsi anche in compagnia  degli amici artisti che ebbero modo di frequentare il luogo in un rapporto intellettuale e amicale di lunga durata, da Renato Guttuso a Toti Scialoja, Alberto Burri, Mario Ceroli. Una bella occasione per turisti interessati a luoghi meno noti del percorso classico di visita alla Città e per i senesi.
 
Aperture straordinarie - Nel fine settimana sarà aperto al pubblico e visitabile gratuitamente anche il museo delle Biccherne all’Archivio di Stato (sabato 14 ottobre ore 14.30 - 17.30 e domenica 15 ottobre ore 10.00 - 13.00). Il museo è inoltre aperto dal lunedì al sabato con ingressi alle ore 9.30, 10.30, 11.30 e chiusura alle ore 12.30. Per gruppi da 10 persone e oltre è obbligatoria la prenotazione. Il numero massimo di persone accessibili per turno è 25. Apertura straordinaria, infine, per la Chiesa di San Raimondo al Refugio – Fondazione Conservatori riuniti con i seguenti orari: sabato 14 ottobre ore 14.30 -17.30 e domenica 15 ottobre ore 10.00-13.00. La chiesa è aperta inoltre ogni mercoledì e sabato (9.30 - 13.00).
 
Il progetto - “La storia per immagini”, progetto MuSST, è finanziato dal Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo e curato dalla Pinacoteca Nazionale di Siena - Polo Museale della Toscana, in collaborazione con molte istituzioni culturali. Ha l’obiettivo di proporre inediti percorsi per conoscere il racconto della vita quotidiana e del paesaggio di Siena e del suo territorio  attraverso opere d’arte e oggetti di uso comune legati alle abitudini alimentari, alla ritualità, al lavoro e alla convivialità, all’abbigliamento, alla cura e all'assistenza della popolazione a Siena dal XIII al XX secolo.
  [SLUG] => la-storia-per-immagini-apertura-straordinaria-della-villa-di-vignano-che-fu-di-cesare-brandi [URL_VIDEO] => [SEO_TITLE] => La storia per immagini. Apertura straordinaria della Villa di Vignano che fu di Cesare Brandi [SEO_DESCRIPTION] => [JOINED_ID] => 9945 [LUOGO] => siena [AUTORE] => [AUTORESLUG] => ) [_dirty_fields:protected] => Array ( ) [_expr_fields:protected] => Array ( ) [_is_new:protected] => [_instance_id_column:protected] => ID ) ) [1507813125] => Array ( [title] => Sulle tracce della storia. Apertura straordinaria della Villa di Vignano che fu del critico d’arte Cesare Brandi [desc] =>

La Villa di Vignano, alle porte di Siena, venne donata allo Stato dal suo ultimo proprietario, il celebre critico e storico dell’arte Cesare Brandi, fondatore nel 1938 con Giulio Carlo Argan dell’Istituto Centrale del Restauro. L’edificio, normalmente chiuso al pubblico, sarà aperto questo fine settimana (sabato 14 ottobre ore 14.30 – 17.30 e domenica 15 […]

The post Sulle tracce della storia. Apertura straordinaria della Villa di Vignano che fu del critico d’arte Cesare Brandi appeared first on agenziaimpress.it.

[link] => http://www.agenziaimpress.it/in-evidenza/sulle-tracce-della-storia-apertura-straordinaria-della-villa-vignano-fu-del-critico-darte-cesare-brandi/ [date] => Thu, 12 Oct 2017 12:58:45 +0000 [cat] => ) [1507729787] => News Object ( [img_dir] => img_news [all_dir] => all_news [orm] => ORM Object ( [_connection_name:protected] => default [_table_name:protected] => NEWS [_table_alias:protected] => [_values:protected] => Array ( ) [_result_columns:protected] => Array ( [0] => * ) [_using_default_result_columns:protected] => 1 [_join_sources:protected] => Array ( ) [_distinct:protected] => [_is_raw_query:protected] => [_raw_query:protected] => [_raw_parameters:protected] => Array ( ) [_where_conditions:protected] => Array ( ) [_limit:protected] => [_offset:protected] => [_order_by:protected] => Array ( ) [_group_by:protected] => Array ( ) [_having_conditions:protected] => Array ( ) [_data:protected] => Array ( [ID] => 9941 [PROD_ID] => [FIRMA_ID] => [AUTORE_ID] => [LUOGHI_ID] => 4 [DATA_INIZIO] => 2017-10-11 15:49:47 [DATA_FINE] => [ATTIVA] => 1 [HOME] => 0 [CULTURA] => 1 [SPETTACOLI] => 0 [ORDINE] => 1 [NEWS] => [LIBRO] => [NEWS_ID] => 9941 [LINGUA_ID] => 1 [NOME] => La pietra degli Dei. A Volterra l’opera murale di Nico Lopez Bruchi [DESCRIZIONE] => Un omaggio all’alabastro e agli artigiani che con la loro arte hanno contribuito a fare la storia di Volterra e a valorizzare il proprio patrimonio culturale. È “La pietra degli Dei”, opera murale di Nico Lopez Bruchi curata da Enrica Conte, realizzata nel Parco Pubblico Piazzale XXV Aprile in Borgo San Giusto a Volterra. L’inaugurazione è prevista per venerdì 20 ottobre alle 15.00 in occasione della celebrazione del San Luca degli Alabastrai, manifestazione giunta alla sua settima edizione, con la direzione artistica del Collettivo Distillerie, un’occasione per conoscere le storie e il saper fare dei lavoratori dell’alabastro e che comprenderà diverse iniziative tra musica, arte, incontri, mostre, letteratura, cucina e fotografia.

L’opera - Il murale di Nico Lopez Bruchi, un componente della crew toscana Elektro Domestik Force, è il primo realizzato nella sua città natale. Il soggetto dell’opera è Aulo Grandoli, detto Il Pupo, uno dei rappresentanti più originali della tradizione artigiana volterrana, colto nell’atto della creazione di un ancora di alabastro, oggetto che rappresenta Volterra con un duplice significato, come il peso che si porta costantemente dietro ma anche come ciò che gli da la salvezza quando è in preda alla tempesta. La realizzazione dell’opera rappresenta la quarta tappa del progetto TUCC, Tuscany’s Urban Colors Correction, cofinanziato dalla Regione Toscana, che coinvolge anche i Comuni di Pontedera, Firenze, Capannori e Chianciano Terme, i quali hanno voluto creare una “Rete delle città colorate” per promuovere la realizzazione di interventi di riqualificazione urbana, in contesti popolari e in spazi pubblici degradati, attraverso la spray art. “La pietra degli Dei” è stata realizzata con il patrocinio e il contributo del Comune di Volterra e grazie al sostegno di Collettivo Distillerie, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, Isolver Spa e Knauf.  
  [SLUG] => la-pietra-degli-dei-a-volterra-l-opera-murale-di-nico-lopez-bruchi [URL_VIDEO] => [SEO_TITLE] => La pietra degli Dei. A Volterra l’opera murale di Nico Lopez Bruchi [SEO_DESCRIPTION] => Un omaggio all’alabastro e agli artigiani che con la loro arte hanno contribuito a fare la storia di Volterra e a valorizzare il proprio patrimonio culturale. È “La pietra degli Dei”, opera murale di Nico Lopez Bruchi curata da Enrica Conte, realizzata nel Parco Pubblico Piazzale XXV Aprile in Borgo San Giusto a Volterra. L’inaugurazione è prevista per venerdì 20 ottobre alle 15.00. [JOINED_ID] => 9942 [LUOGO] => volterra [AUTORE] => [AUTORESLUG] => ) [_dirty_fields:protected] => Array ( ) [_expr_fields:protected] => Array ( ) [_is_new:protected] => [_instance_id_column:protected] => ID ) ) )

SPETTACOLI

NETWORK

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X